Piana allagata, l'Ordine degli Ingegneri scrive al prefetto: «Serve mantenere la massima allerta»

Giovedì 4 Febbraio 2021
Piana allagata, l'Ordine degli Ingegneri scrive al prefetto: «Serve mantenere la massima allerta»

RIETI - Il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Rieti, Vitaliano Pascasi, ha scritto una lettera al Prefetto di Rieti Giuseppina Reggiani in merito agli eventi alluvionali di alcuni giorni fa.

La lettera

In considerazione degli eventi alluvionali verificatisi lo scorso mese, in particolare sulla Valle del Turano, su alcune aree cittadine e nella Piana Reatina, nel manifestare piena solidarietà a quanti hanno subito danni e disagi, si esprime la più viva preoccupazione per il permanere della potenziale pericolosità della situazione in quanto intense precipitazioni potrebbero riattivare anche nei prossimi mesi gli inconvenienti idraulici sopra descritti.

Si ricorda che già nel 2010 vi furono eventi gravissimi che misero a repentaglio l'incolumità privata e pubblica. In quella occasione, il 5 dicembre  2010, molti tecnici volontari di grande esperienza ingegneristica, dopo un sopralluogo sulla diga del Turano, espressero la loro preoccupazione attraverso un comunicato stampa evidenziando nello stesso, la necessità di un intervento immediato dei massimi livelli istituzionali della Protezione Civile Nazionale coadiuvata e supportata magari da esperti di idraulica e idrologia al fine di valutare gli interventi necessari per garantire la sicurezza pubblica e l’eventualità di riconoscere lo stato di calamità naturale.

Pertanto, alla luce di quanto accaduto nei giorni scorsi e degli eventi verificatisi negli anni passati con modalità analoghe, si auspica il mantenimento della massima allerta sul fenomeno e particolare considerazione alle valutazioni apparse sugli organi di informazione formulate da tecnici di comprovata esperienza nel settore come quelle formulate da Aldo Benedetto Gregori, tecnico del settore con trentennale esperienza,  in merito soprattutto all'adeguamento tempestivo del tirante massimo del bacino del Turano per un suo conseguente abbassamento.

Nel cogliere l'occasione per esprimere ringraziamenti a tutti gli operatori in campo per l'impegno profuso in questa grave criticità che vede in prima fila codesta Prefettura, si confida nella considerazione e nell'accoglimento di quanto segnalato nella presente istanza.

Si resta a disposizione per ogni eventuale collaborazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA