Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Allagamenti, rientra l'allerta ma resta attivo il Coc: si continua a monitorare Terria

Allagamenti, rientra l'allerta ma resta attivo il Coc: si continua a monitorare Terria
2 Minuti di Lettura
Lunedì 1 Marzo 2021, 18:01

RIETI - Oggi si è svolta una nuova riunione, in videoconferenza, del Centro Coordinamento Soccorsi nella quale si è preso atto del netto miglioramento delle condizioni, della piana reatina con la conseguente revoca, da parte del Sindaco di Rieti, delle ordinanze di evacuazione dei residenti che, dunque, sono potuti rientrare a casa.

Dal punto di vista delle manovre idrauliche, dopo aver recuperato la capacità di laminazione delle piene da parte di entrambe le dighe, è stata conseguentemente dichiarata la fine della fase di allerta e disposta la riduzione dei rilasci che ha permesso l’attivazione del drenaggio della piana reatina.

Il prossimo obiettivo è quello di innescare il trasferimento di acqua dall’invaso del Turano verso il Salto, per cui sarà gradualmente incrementata la portata di acqua dalla derivazione di Cotilia, sempre mantenendo attivo il monitoraggio su Terria. Nel nodo di Terria, infatti, la discesa del livello idrometrico è più lenta rispetto al previsto, probabilmente per effetto di ostruzioni a valle che riducono l’officiosità idraulica dell’alveo. Proprio per individuare tali criticità, i COC dei comuni collaboreranno con la Regione - Difesa del Suolo per segnalare, ove visibili, tronchi e ramaglie che rallentano il deflusso.

Nonostante, dunque, la situazione di emergenza sia quasi completamente risolta, si è ritenuto opportuno non dichiarare cessata l’attività del Centro Coordinamento Soccorsi, per continuare a monitorare sia Terria, come detto, che l’intero bacino idrografico, anche in vista del previsto peggioramento delle condizioni metereologiche per il fine settimana.

Il CCS si riunirà di nuovo domani per i necessari aggiornamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA