Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze armate: commemorazioni anche in Sabina. Foto

A Montebuono
di Samuele Annibaldi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 4 Novembre 2020, 18:50

RIETI - Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze armate con commemorazioni oggi anche in Sabina.  Da Fara a Poggio Mirteto, da Leonessa a Magliano Sabina  fino a Casperia e Montebuono (nella foto). Sono molte le amministrazioni che hanno deciso di celebrare la ricorrenza nel giorno che cade mentre altre lo faranno domenica prossima.

 

Il comune denominatore delle celebrazioni di quest’anno è stato il rigore per via dell’emergenza sanitaria con cerimonie che si sono tenute con pochissime presenze di autorità che a nome delle intere comunità hanno rappresentato il pensiero comune e hanno simboleggiato la presenza di tutti.

I discorsi

«È un momento difficile e particolare per tutti noi – ha detto da Poggio Mirteto il sindaco Giancarlo Micarelli- ed è proprio per questo motivo che la giornata di oggi dedicata all’ Unità Nazionale e alle Forze Armate assume un significato ancora più profondo. Abbiamo reso omaggio al nostro Paese e a chi, nel suo nome, ne ha garantito la difesa anche sacrificando la propria vita. Mai come ora abbiamo bisogno di unità».

«A nome di tutti – ha spiegato il sindaco di Leonessa Gianluca Gizzi- nella giornata odierna ho reso omaggio alla medaglia d'oro al valor militare Costantino Palmieri e al monumento ai caduti con una cerimonia ristretta».

«Vista la situazione non abbiamo potuto fare la cerimonia come lo scorso anno – dice il sindaco di Magliano Sabina Giulio Falcetta- ma di certo abbiamo voluto significare il nostro ringraziamento alle Forze Armate, che ogni giorno tutelano la nostra libertà».

«I nostri caduti in guerra sono stati onorati con la deposizione di una corona d'alloro e una preghiera insieme al comandante della Stazione dei carabinieri e il nostro parroco – ha detto da Casperia il sindaco Marco Cossu- in questo momento difficile ricordo che la forza della comunità è la solidarietà. L'appello che faccio dalla piazza del Municipio alla comunità casperiana  è quello  di prendervi cura gli uni degli altri, abbiate sempre un pensiero per il prossimo; nessuno pensi solo a se stesso; non dimentichiamoci delle relazioni sociali anche e soprattutto ora che è difficile alimentarle. I nostri uomini al fronte si guardavano le spalle a vicenda con i propri commilitoni; seguiamo il loro esempio. Viva l’Italia».

A Fara in Sabina il neo sindaco Roberta Cuneo accompagnata dalla Polizia locale ha reso onore ai Caduti con le celebrazioni tenute a Passo Corese, Corese Terra, Canneto, Coltodino e Fara Sabina.  

Montebuono il neo eletto sindaco Claudio Antonelli ha deposto la corona d’alloro al Monumento ai Caduti alla presenza di carabinieri, parroco gli agenti della Polizia locale e una delegazione di combattenti e una minuta rappresentanza di combattenti e reduci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA