Paolucci (Uil Rieti) sul 25 Aprile: «E' Liberazione, ricordare i martiri è un dovere di tutti»

La deposizione della corona ai piedi del Monumento ai Caduti al palazzo della Provincia
2 Minuti di Lettura

RIETI - Ricordare per non dimenticare, per tramandare alle giovani generazioni il ricordo delle donne e degli uomini che hanno sacrificato la loro vita per liberare l’Italia dal nazifascismo. Con questo spirito La Uil di Rieti e della Sabina romana questa mattina ha partecipato, insieme con l’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani, e con il Gonfalone della Provincia, alla deposizione della corona ai piedi del Monumento ai Caduti al palazzo della Provincia.

«Il 25 Aprile è una data storica - commenta Alberto Paolucci, segretario generale della Uil Rieti e Sabina romana - è il giorno della Liberazione, è la festa di tutti. È il giorno in cui tutti omaggiamo chi ha dato la vita per donarci la liberà. E’ nostro dovere morale onorare i Martiri, ricordare il loro sacrificio e i valori che ci hanno tramandato e che si sono tradotti nella nostra Carta Costituzionale».

Domenica 25 Aprile 2021, 11:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA