Rieti, Real Sebastiani non brilla in difesa ma batte Sant'Antimo 98-93 al supplementare. Righetti: «Gara intensa e dura»

Sabato 26 Settembre 2020 di Lorenzo Santilli
Klaudio Ndoja al debutto col Real Sebastiani (Foto Ufficio stampa Real Sebastiani Rieti)

RIETI - Il Real Sebastiani soffre e vince nel secondo scrimmage stagionale: gli uomini di Righetti superano Sant'Antimo, avversario dei reatini anche in campionato, solo all'overtime, 98-93 il finale. C'è da rivedere sicuramente qualcosa in difesa: il Real concede davvero troppo per tutta la gara, rischiando grosso nel finale, dinanzi ad un avversario a cui va il merito di aver reso la vita difficile alla corazzata di Righetti. Prosegue l'inserimento di Ndoja e Di Pizzo, l'eterno Casini si conferma sempre più leader assieme all'asso Loschi. Nel corso del match Righetti ha concesso spazio a gran parte del roster, non hanno calcato il parquetl'under Di Poce e Simone Bagnoli, per lui lavoro differenziato a bordocampo.

Più avanti di condizioni gli uomini di Righetti, che schiera in quintetto Bottioni, Diomede, Loschi, Drigo e Di Pizzo, al dispetto di un avversario partito due settimane più tardi degli amarantocelesti e ancora in fase di rodaggio. Ritmi subito alti per il Real, Sant'Antimo però reagisce e a metà primo quarto si porta addirittura in vantaggio: alla fine saranno Loschi e compagni a chiudere la prima frazione avanti, 25-21. A viso aperto anche il secondo quarto, con il Real che è in grado di guidare il match toccando la doppia cifra di vantaggio, prima del controbreak partenopeo, alla sirena è 44-40 per la compagine reatina. Situazione invariata nella ripresa: buona intensità da entrambe le parti, PSA si porta fino al meno uno, in attacco Loschi si carica i suoi sulle spalle entrando sempre di più in ritmo. Crescono Ndoja e l'inossidabile Casini, ma complice qualche sbavatura di troppo in difesa, il Real alla penultima sirena conserva solo due lunghezze di vantaggio, 69-67. Righetti continua a far ruotare i suoi, dentro Provenzani e Cacace ad inizio quarta frazione, ma Sant'Antimo non molla la presa: raggiunge prima la parità e tenta di mettere le mani avanti sulla sfida. Giro in lunetta di Vangelov ed è +4 PSA, la reazione del Real è firmata Manuel Diomede, bravo a siglare un canestro difficilissimo, fallendo però il libero aggiuntivo. Si entra così nell'ultimo minuto: sale in cattedra Casini, replica Milosevic che punisce la difesa reatina, ma è Loschi a fallire il tiro della vittoria allo scadere. C'è bisogno così dell'overtime, 88-88 il punteggio al termine dei tempi regolamentari, il Real continua a soffrire ma riesce comunque ad ipoticare il successo, 98-93. 

Ecco il commento di Alex Righetti al termine del match: «E’ stata una partita molto intensa e piuttosto dura contro una squadra che gioca una pallacanestro fisica. Un test importante per entrambe, con molto agonismo e molta intensità in campo, che di questi tempo non è per niente scontato, però siamo soddisfatti perché poter fare gare  del genere ci consente di acquisire una maggior fiducia in noi stessi e capire esattamente dove dover migliorare per arrivare alle prime gare ufficiali nella miglior condizione».

REAL SEBASTIANI RIETI: Bagnoli n.e., Bottioni 10, Cacace 4, Casini 15, Cena 13, Diomede 16, Drigo 4, Di Pizzo 2, Di Poce n.e., Loschi 12, Misolic, Ndoja 16, Provenzani 6. All. Righetti.
GEKO PSA SANT’ANTIMO: Ratkovic 3, Carnovali 3, Milosevic 11, Cantone 11, D’Aiello, De Meo 2, Vangelov 27, Sergio 16, De Marca 2, Quaranta, Dri 11, Trapani 7. All. Patrizio

Ultimo aggiornamento: 20:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA