Real Sebastiani punta al riscatto col Civitanova: Stanic rientra, Chiumenti non al top, Ndoja ancora out

Nicolas Stanic al rientro
di Lorenzo Santilli
3 Minuti di Lettura
Sabato 16 Ottobre 2021, 15:35 - Ultimo aggiornamento: 17:33

RIETI - Dimenticare Cesena e rimettersi immediatamente in carreggiata. È il compito del Real Sebastiani, domani di nuovo in scena al PalaSojourner (ore 18, porte chiuse): di fronte la Virtus Civitanova. Si affrontano la formazione costruita con il budget più alto dell’intera B, contro un team allestito con poche risorse, ma che arriva rigenerato dopo il successo nello scontro salvezza su Montegranaro.

Per Finelli è l’occasione giusta per sperimentare e testare nuovamente le condizioni del team, magari rilanciando i giovani Dieng, deludente nell’ultima uscita o Tchintcharauli, in campo col contagocce a Cesena. Niente da fare per capitan Ndoja: out per il match contro i marchigiani, l’ala Italo-albanese non sarà neanche in panchina. Buone notizie invece per Stanic: regolarmente convocato, l’infortunio oramai è alle spalle e contro Civitanova è l’occasione per vederlo finalmente all’opera per qualche frangente di gioco. In dubbio anche Chiumentii, che potrebbe essere a mezzo servizio dopo una botta all’anca rimediata alla prima giornata contro Rimini.

Alex Finelli presenta così il match di domani: «Veniamo da una partita mediocre, da una sconfitta che non ci voleva, dove aldilà dei meriti dei nostri avversari, ci sono stati anche nostri demeriti, in una partita che anche giocando male, avremmo dovuto vincere. In settimana abbiamo lavorato su quelle che sono le nostre aree di miglioramento, sia sul piano dell'atteggiamento, ma anche dal punto di vista difensivo, offensivo e a livello emotivo. Le attenzioni sono tutte su di noi: vogliamo alzare la qualità del nostro gioco e lavorare per trovare una migliore chimica". Mentre sugli avversari, afferma:"Bisogna capire che non c'è da sottovalutare nessuna partita - dichiara Finelli - Ci vuole il massimo rispetto per ogni avversario. Va messa in campo una grande responsabilità individuale, si parte da questo aspetto, che è il primo passo per costruire qualcosa di importante. Grande attenzione anche al controllo dei rimbalzi, alla solidità difensiva e la gestione dei possessi, una serie di aspetti sui quali noi vogliamo crescere. Noi dobbiamo vincere il campionato e dare continuità ad ogni nostra prestazione, abbiamo subito un inciampo». 


COSÌ IN CAMPO
Real Sebastiani Rieti: 1 Roman, 3 Chiumenti, 7 Stanic, 8 Dieng, 10 Contento, 11 Loschi, 13 Piccin, 21 Piazza, 24 Ghersetti, 26 Traini. All. Finelli. 
Virtus Civitanova: 3 Rosettani, 5 Seri, 7 Cognini, 11 Guerra, 12 Pedicone, 13 Felicioni, 14 Vallasciani, 18 Dessi, 20 Riccio, 50 Musci. All. Schiavi.
Arbitri: Curreli (Ca) e Mulas (Ca).

LE ALTRE GARE
Imola - Npc
Luiss - Roseto
Teramo - Rimini
Giulianova - Ozzano 
Senigallia - Jesi
Faenza - Cesena
Montegranaro - Ancona


CLASSIFICA 
Roseto, Npc e Giulianova 4;
Imola, Real Sebastiani, Faenza, Rimini, Cesena, Teramo, Ancona, Civitanova e Ozzano 2;
Jesi * 1
Senigallia, Luiss e Montegranaro 0
* 3 punti di penalizzazione 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA