Rapina con pistola nella macelleria di Canetra
il titolare è stato legato e imbavagliato
Due banditi via con 5mila euro

Rapina con pistola nella macelleria di Canetra il titolare è stato legato e imbavagliato Due banditi via con 5mila euro
2 Minuti di Lettura
Domenica 4 Gennaio 2015, 21:21 - Ultimo aggiornamento: 22:00

CANETRA - Decisi, veloci. Estremamente padroni della situazione. In due, uno con una pistola in mano, entrambi con il volto solo parzialmente travisato da cappucci. Hanno fatto irruzione nella storica macelleria di Matteo Cappelletti, a Canetra di Castel sant’Angelo, poco dopo le 13, quando il titolare stava per abbassare la saracinesca.

Il titolare, il giovane Matteo Cappelletti, in un primo momento ha pensato fossero due clienti ritardatari. Ma i modi decisi e la pistola luccicante, comparsa nella mano destra di uno dei due appena varcato l’ingresso, gli hanno fatto immediatamente capire di correre un pericolo. Sono bastati pochi secondi per esserci dentro fino al collo.

Il bandito con la pistola gli intimato di alzare le mani e non gridare, l’altro con movimenti rapidi si è portato alla cassa e in pochi secondi ha arraffato l’incasso. Una somma consistente - gli inquirenti parlano di diverse migliaia di euro in contanti, circa 5mila - considerato che dalla fine dell’anno non era stato effettuato ancora alcun versamento in banca.

Il titolare della macelleria è stato poi legato ed imbavagliato e gettato dietro il bancone, mentre i banditi si sono dati alla fuga, senza al momento lasciare tracce. Sull'episodio indagano i carabinieri della compagnia di Cittaducale, coadiuvati da quelli di Rieti.

TUTTI I PARTICOLARI NELL'EDIZIONE

DE IL MESSAGGERO DI RIETI

IN EDICOLA LUNEDI' 5 GENNAIO

© RIPRODUZIONE RISERVATA