Ciaramelletti al Nomentum:
«Scelta di vita, grazie Bf Sport,
è un arrivederci a Rieti»

Martedì 3 Dicembre 2019 di Andrea Giannini
Cristian Ciaramelletti al Gudini con la maglia Bf Sport (Foto Riccardo Fabi/Meloccaro)
RIETI - Cristian Ciaramelletti dalla Bf Sport al Nomentum. L'esterno d'attacco classe ’94 lascia i colori gialloneri per indossare la casacca amarantoblu. Oggi, 3 dicembre, il suo primo allenamento col Nomentum, formazione che ha già sfidato in campionato lo scorso 10 novembre (0-0).

Ciaramelletti, come ha vissuto la prima esperienza nella sua città?
«Dopo le giovanili, trascorse nel Rieti, non ho avuto più il piacere di tornare a giocare a Rieti. Con il passare degli anni avevo sempre più voglia di tornare a casa e ringrazio la Bf Sport per avermi dato questa opportunità. Auguro a loro il meglio per il prosieguo del campionato. Questa esperienza mi ha fatto crescere, mi sono sentito subito apprezzato e ho ritrovato anche diversi stimoli per giocare. Per questi motivi mi dispiace andar via».

Questo è il suo primo anno di Promozione, cosa pensa di questa categoria?
«Non mi aspettavo che la Promozione potesse offrire questo livello. Sinceramente mi sono sbagliato. Ho trovato un campionato molto equilibrato. Volevo assaggiare questo tipo di torneo e ringrazio coloro che mi hanno dato la possibilità di farlo».

Il suo è un arrivederci alla città?
«Sicuramente. Non è un addio, né alla città né alla Bf Sport. La mia è stata una scelta “di vita” e avendo il lavoro a Roma questo l’ha condizionata. Mi dispiace perché stavo in una squadra dove eravamo tutti amici, è stato molto difficile. Non escludo la possibilità di un ritorno in futuro ma al momento non ci sto pensando. Sono molto convinto della scelta che ho fatto».

Il Nomentum come la Bf Sport è una neopromossa, due compagini molto simili tra loro. Cosa si aspetta da questa nuova esperienza?
«Quando sono andato a parlare con la società, sono rimasto incredulo davanti alla loro professionalità. Sono persone serie e questo è molto importante. Mi ha attirato molto anche il loro progetto. Al momento sono una squadra competitiva e stanno facendo ulteriori acquisti per migliorarsi. Tra le altre cose conosco anche qualche compagno che è stato con me anni fa al Monterotondo. Da questa nuova avventura mi aspetto un ottimo campionato, di arrivare più in alto possibile perché conosco la forza del Nomentum». Ultimo aggiornamento: 09:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma