Passo Corese, strisce pedonali che si infrangono sui posti auto: la "bizzarra" segnaletica orizzontale di via Garibaldi

Le strisce pedonali
di Raffaella Di Claudio
2 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Settembre 2021, 11:13

RIETI - Trova la chiave, apri la portiera, attraversa l’abitacolo, richiudi la portiera e accedi alle strisce pedonali. Quindi reperisci la chiave della seconda auto, ripeti il procedimento precedente e finalmente raggiungi il negozio desiderato. In alternativa possono essere usati i trampoli.

Quello che sembra un percorso degno dei famosi Giochi senza frontiere, è in realtà la trafila che secondo chi ha disegnato la segnaletica orizzontale a via Garibaldi, a Passo Corese (strada che conduce alla stazione ferroviaria ed è stata recentemente oggetto di lavori di riqualificazione) dovrebbe compiere un pedone per attraversare la strada in sicurezza. L’autore del capolavoro deve aver sicuramente dimenticato di dare una ripassatina alle norme del codice della strada, ma di certo sa poco anche di abbattimento di barriere architettoniche perché, oltre alle strisce pedonali che si infrangono sugli stalli per le auto, ci sono anche tratti di marciapiedi ostruiti da pali inaccessibili per le persone costrete sulla sedia a rotelle.

“Rappresenta sicuramente un grande cambio di passo la scelta di fare le strisce pedonali che finiscono su un parcheggio. Consigliamo l’attraversamento solo ai pedoni in grado di saltare le auto parcheggiate– attacca il capogruppo di FaraMerita, Vincenzo Mazzeo, il primo a notare e denunciare la bizzarra segnaletica -  Siamo al ridicolo. Una cosa del genere denota grande superficialità e soprattutto l’assenza di una struttura amministrativa che controlla, perché a occhio anche la grandezza dei parcheggi non sembra a norma. Come se non bastasse chi scende dai giardinetti della stazione si trova in mezzo alla strada, perché lì che sarebbe servito non c’è attraversamento pedonale. Siamo all’assurdo e tutto testimonia il clima di caos che regna nella maggioranza, dove – conclude Mazzeo - invece di vigilare alcuni membri vanno a via Garibaldi a promettere, senza titolo, griglie per lo scolo delle acque visto che strada e marciapiede sono sullo stesso livello”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA