Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nuove tecniche operatorie in chirurgia
a Rieti tre giornate con gli specialisti

Nuove tecniche operatorie in chirurgia a Rieti tre giornate con gli specialisti
1 Minuto di Lettura
Giovedì 24 Ottobre 2019, 15:29

RIETI - Gli ultimi progressi nella chirurgia videolaparoscopica e mini-invasiva saranno al centro di un corso che si annuncia tra i più partecipati di quelli organizzati su determinati argomenti, riservato a medici e infermieri, che sabato 26 ottobre si aprirà a Rieti (Sala dei Cordari, ore 9), per poi proseguire in altre due giornate, il 16 novembre e il 7 dicembre, durante il quale si alterneranno numerosi specialisti.

Il seminario, presieduto dal dirigente medico chirurgo dell’ospedale de Lellis Arash Sadighi, impegnato anche come relatore, patrocinato dall’Ordine di categoria, è molto atteso soprattutto perché saranno illustrate le più recenti tecniche impiegate in sala operatoria per intervenire in diversi casi di tumori (colon, retto, mammella) e in altre patologie, come ernie della parete addominale e inguinali, laparoceli, malattie varicose.

Oggi, in molte situazioni, l’intervento cosiddetto “a cielo aperto” può essere sostituito utilizzando gli strumenti laparoscopici, meno invasivi del tradizionale bisturi, ma altrettanto efficaci nel raggiungimento del risultato. Tutto questo si trasforma in degenze più brevi e in una migliore gestione post operatoria del paziente. Un altro aspetto che il corso non trascurerà sarà poi quello della responsabilità civile nella sanità, tema di costante attualità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA