Npc Rieti, battere Agropoli
per riprendere la corsa playoff
Serie A2: XI giornata di ritorno

Sabato 25 Marzo 2017 di Luigi Ricci
Il capitano della Npc Rieti Nicolò Benedusi in azione contro Agrigento (Foto Itzel Cosentino)

RIETI - Meno di due anni fa tra Npc Rieti e Agropoli c’era in ballo la promozione in A2, alla fine arrivata per entrambe. Domani, invece, la squadra del capitano Benedusi, unico superstite di quello storico 13 giugno 2015 a Forlì, battendo Agropoli, oltre a restare in corsa per i playoff, si assicurerà anche quel cinque per cento mancante a una salvezza virtualmente già sicura, mentre i campani lotteranno con le unghie e coi denti per vincere e restare incollati a Scafati e Reggio Calabria, che devono assolutamente sorpassare in classifica per evitare la retrocessione diretta.

Tre settimane fa, prima che l’ormai data per spacciata Agropoli battesse Siena e facesse il colpaccio a Latina resuscitando dal baratro, la partita di domani sarebbe stata catalogata quasi come una formalità. Invece, alla luce delle ultime due imprese dei campani, non sarà così e, buon per la Npc, proprio questi due successi sono un inequivocabile avvertimento per la squadra diretta da Luciano Nunzi che non potrà assolutamente distrarsi.

Non sarà una partita facile: la Npc ha un roster senz’altro più profondo e completo da mettere in campo, ma Agropoli  persi Taylor, Turel e Molinaro e arrivato Delas - dopo l'arrivo da tre partite del pivot Soloperto ha completato un mosaico di sette giocatori che possono dire la loro e che daranno il centodieci per cento per vincere e continuare a sperare. Santolamazza, Delas, Soloperto e Langford sono gli elementi più esperti, ma Carenza (25 punti con 3/3 da 2 e 5/7 da 3 nel blitz del campionato scorso al PalaSojourner), Contento (match-winner a Latina) e Romeo sono tutt’altro che dei comprimari. Anzi, le rotazioni ridotte sembrano aver ancor più compattato Agropoli, che tra l’anno scorso e quest’anno ha vinto le ultime due partite contro Rieti bombardandola sempre al tiro da tre. La Npc è avvisata.      

Il coach Luciano Nunzi avverte che “ci aspetta una partita contro una squadra che ha dimostrato di credere ancora nei propri obiettivi. Quando si gioca con squadre in queste situazioni le partite sono ancora più difficili perché le motivazioni per cercare di togliersi da situazioni calde, come è successo anche a noi in passato, sono molto alte. Bisognerà evitare di farci sorprendere dalla cattiveria agonistica che sicuramente Agropoli metterà in campo come ha già fatto con Siena e a Latina. Massimo rispetto per l’avversario e massima concentrazione per una partita che non è assolutamente facile”.

Il capitano Nicolò Benedusi sottolinea che la squadra “si sta allenando bene. Dobbiamo recuperare da qualche acciacco fisico, ma stiamo stringendo i denti per giocarci al meglio il finale di stagione. Siamo molto motivati a dare del nostro meglio, sarebbe un peccato fermarsi proprio ora. Agropoli è con l’acqua alla gola anche se dopo le ultime partite ha ritrovato morale e fiducia. Dovremo farci trovare pronti, fare la nostra partita e giocare con l’intensità delle ultime domeniche”.

“La vittoria a Latina ci ha dato la consapevolezza di poter competere punto a punto anche in trasferta – osserva Alessando Finelli, tecnico di Agropoli - Per noi è fondamentale in vista del rush finale. Dobbiamo vivere però alla giornata, pensando a dare il meglio in ogni singolo allenamento e in ogni singola partita. Rieti, insieme a Biella, è la squadra che fa valere molto il fattore campo perché si genera un grande ambiente all'interno del palasport, per cui la prima cosa importante sarà mantenere il giusto equilibrio emotivo per tutti i quaranta minuti. Sarà inoltre importante affrontare con piglio e attenzione l’aggressività, essendo Rieti una squadra che pressa per tutta la partita e che può contare su un roster composto da dieci giocatori, dando al coach Nunzi la garanzia di mantenere alta l’intensità. I loro punti di forza sono sicuramente i due americani che dovremo saper limitare, oltre al gruppo di italiani dove emerge gente come Zanelli e Casini”.

Per Marco Contento “la vittoria di Latina è stata molto importante per la nostra classifica e allo stesso tempo abbiamo lanciato un messaggio alle nostre avversarie: ossia che ci siamo e lotteremo fino alla fine per la salvezza. Ora, dobbiamo dare continuità alle vittorie contro Siena e Latina, per cui lo stesso spirito di sacrificio di tutti servirà per le prossime cinque gare. Domenica troveremo sul nostro cammino una squadra assai ostica, per di più all'interno di un palasport molto caldo, per cui dovremo tirar fuori tutte le nostre energie fisiche e mentali per cercare di tornare ad Agropoli ancora una volta con un risultato positivo”.

COSI’ IN CAMPO
Npc Rieti: 6 Casini, 7 Della Rosa, 8 Benedusi, 11 Eliantonio, 12 Zanelli, 15 Chillo, 16 Sims, 19 Pipitone, 31 Di Prampero, 33 Pepper. All. Nunzi.
Agropoli: 0 Soloperto, 4 Langford, 6 Delas, 7 Silvestri, 8 Santolamazza, 9 Romeo, 10 Contento, 13 Lucarelli, 16 Amanti, 17 Carenza. All. Finelli.
Arbitri: Giovannetti (Tr), Dori (Ve) e Tallon (Bo).

PROGRAMMA GARE, XI DI RITORNO
 Eurobasket Roma-Siena 73–68
Tortona-Agrigento (oggi)
Ferentino-Biella
Legnano-Latina
Trapani-Virtus Roma
Treviglio-Reggio Calabria
Scafati-Casale Monferrato
 
CLASSIFICA
Biella 38
Tortona 34
Legnano e Virtus Roma 30
Latina, Agrigento e Treviglio 28
Casale Monferrato 26
Trapani, Rieti, Siena* e Eurobasket Roma* 24
Ferentino 22
Reggio Calabria, Scafati e Agropoli 14
 * Una partita in più

© RIPRODUZIONE RISERVATA