Npc Rieti tenta il colpo ad Agropoli:
sfida chiave per il futuro
Serie A2: XI giornata

Mercoledì 7 Dicembre 2016 di Luigi Ricci
DeShawn Sims contro Casale (Foto Itzel Cosentino)
RIETI - Non sarà paragonabile alle storiche sfide con Siena, ma ogni match contro Agropoli, dove la Npc sarà di scena domani, assume un sapore particolare e sottintende ogni volta una rivincita della finale per la promozione in A2 del 2015 per i campani e di riaffermazione per i laziali. Rieti serena dopo essere tornata a vincere contro Casale e ha meno da perdere di Agropoli. Finora Sims e soci hanno perso contro quattro delle prime sei squadre in classifica (mancano ancora Biella e Tortona) mentre contro le altre sette hanno perso solo ad Agrigento e sia in quest’ultima sconfitta che contro Siena (una delle prime sei squadre) mancava Chillo. Ovviamente il rientro del lungo reatino, non ancora al 100%, non da la certezza che la Npc vincerà ad Agropoli però, sia questa gara che la prossima in casa contro la Virtus Roma, in base ai risultati, potrebbero definire meglio i futuri obiettivi dei reatini e preparare alla successiva doppia, e tremenda, trasferta a Biella e Tortona.

Agropoli è temibile in casa: è tra le poche che ha battuto Tortona (82-75) e ha fatto soffrire Biella (77-81), anche se poi ha perso con Casale Monferrato (67-71), salvo rifarsi dopo vincendo a Siena (approfittando della perdita di Cappelletti, 66-72) e domenica scorsa vincendo in casa in volata su Latina (81-80).    
 
“E’ una partita difficile – conferma il coach Luciano Nunzi – Agropoli ha superato bene un momento difficile e viene da due vittorie consecutive. Pur avendo due punti in meno in classifica è una squadra nella nostra fascia e tutte queste partite si possono vincere o perdere perché a spostare gli equilibri in favore di una o dell’altra basta poco. Anche per questo peseranno a fine stagione le differenze canestri nei vari scontri diretti. Noi siamo in un fase di crescita, abbiamo individuato le nostre carenze e ci stiamo lavorando sopra per evitare certe pause di gioco, determinati momenti in cui perdiamo intensità e concentrazione pur sapendo cosa fare. Ma questa consapevolezza deve aiutarci a superare il problema”.

Sulle condizioni di Chillo il coach è prudente: “Matteo è rientrato domenica scorsa, si sta allenando ma lo staff medico lo sta monitorando. E’ in progresso ma non bisogna forzarne i tempi di rientro”.
Nunzi, sull’atipicità di Agropoli, sottolinea il ruolo di Santolamazza “che può dirigere la squadra ma anche aiutare i lunghi sotto canestro e mettere in difficoltà i piccoli. Inoltre i campani, oltre a due ottimi stranieri, hanno non solo pericolosi titolari come Contento, Turel e un lungo come Carenza, che a Rieti conosciamo bene dall’anno scorso, e che attraversa un bel momento di forma, perché anche gli altri possono dare un forte contributo di intensità difensiva per cui, veramente, non si può sottovalutare nessuno”.
 
COSI’ IN CAMPO
Agropoli: 0 Turel, 1 Taylor, 4 Langford, 8 Santolamazza, 9 Romeo, 10 Contento, 12 Molinaro, 13 Lucarelli, 17 Carenza, 21 Marra. All. Finelli.
Npc Rieti: 6 Casini, 7 Della Rosa, 8 Benedusi, 11 Eliantonio, 12 Zanelli, 13 Trevisan, 15 Chillo, 16 Sims, 31 Di Prampero, 33 Pepper. All. Nunzi.
Arbitri: Pazzaglia (Pu), Saraceni (Bo), Maffei (Tv).

L'XI GIORNATA
Latina-Legnano
Virtus Roma-Trapani
Biella-Ferentino
Reggio Calabria-Treviglio
Agrigento-Tortona
Siena-Eurobasket Roma
Casale Monferrato-Scafati
 
CLASSIFICA
Biella e Legnano 16
Tortona e Siena 14
Trapani e Ferentino 12
Treviglio, Rieti, Virtus Roma e Eurobasket Roma 10
Latina, Agrigento e Agropoli 8
Reggio Calabria 6
Scafati e Casale Monferrato 4 Ultimo aggiornamento: 15:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA