Municipale Cures, Fara Sabina contro Monteleone e Castelnuovo di Farfa

Domenica 7 Febbraio 2021 di Raffaella Di Claudio
Municipale Cures, Fara Sabina contro Monteleone e Castelnuovo di Farfa

RIETI - Si complicano i rapporti tra Comune di Fara Sabina e unione Valle dell’Olio sulla municipale Cures. Sanno di strappo, seppur chiuse dalla speranza di un lieto fine, le dichiarazioni del sindaco Roberta Cuneo e del vice Simone Fratini.

I due amministratori contestano il presidente Angelo Paolo Marcari di Monteleone e il sindaco di Castelnuovo di Farfa, Luca Zonetti, gli unici rimasti fuori dai ringraziamenti di Fratini. Eppure la decisione di affidare l’incarico al segretario generale per verificare i presupposti del ricorso al Tar contro lo scioglimento della Cures, secondo l'unione illegittimo, è stato votato tanto da Marcari e Zonetti quanto dal sindaco di Toffia, Danilo Pezzotti. Astenuta Veronica Diamilla di Poggio Nativo e assente il sindaco di Frasso Sabino, Quirino Bonaventura.

“Spiace per l’atteggiamento assunto da alcuni sindaci della Valle dell’Olio - dichiara Cuneo -. Abbiamo deciso di uscire dalla convenzione perché non è rispondente alle nostre necessità e sembra antieconomica. Abbiamo chiesto contezza della gestione delle risorse ma ad oggi non abbiamo ricevuto gli atti richiesti, per cui non ci è possibile fare un’analisi oggettiva del piano economico finanziario. Procrastinare questa situazione non è più possibile, perché potrebbe arrecare un danno erariale all’Ente. Siamo amareggiati perché la situazione si sarebbe potuta risolvere con l’accordo di tutti, evitando contenziosi fra Enti, che comunque non ci spaventano”.

“Abbiamo tentato una mediazione – le fa eco Fratini - e ringrazio i comuni di Toffia e Poggio Nativo per la disponibilità a trovare una soluzione condivisa. Anche il sindaco di Frasso ci ha espresso solidarietà. Sicuri delle nostre scelte siamo pronti ad affrontare anche un eventuale giudizio nell’interesse dei cittadini, ma auspichiamo ancora un epilogo improntato sul buon senso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA