Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il Monopoli non vince in casa
da tre mesi: contro il Rieti
stesso undici di domenica scorsa

Il Monopoli che domenica scorsa ha perso con la Sicula Leonzio (foto Gabry Latorre)
di Marco Ferroni
2 Minuti di Lettura
Martedì 25 Febbraio 2020, 10:51
RIETI - Il punto debole del Monopoli? Strano a dirsi, ma è il proprio stadio, quel "Marcello Veneziani" dove il segno 1 manca ormai da quasi 3 mesi. Dal 3-0 ottenuto il 1° dicembre contro la Virtus Francavilla ad oggi, infatti, il Monopoli tra le mura amiche ha "collezionato" 3 sconfitte - peraltro con formazioni di basso cabotaggio come Paganese, Avellino e Sicula - e due pareggi, lo 0-0 con la Ternana e il rocambolesco 2-2 col Bari. Meglio fuori che dentro la banda di Benne Scienza, che nonostante tutto resta la terza forza del campionato e punta ad un finale di stagione in ulteriore crescendo per poter pensare ad una post season di livello.

DOMANI IL RIETI
Ma contro il Rieti, domani sera (ore 20,45 arbitro Scatena di Avezzano), Scienza ha deciso di dare una chance di riscatto ulteriore alla stessa formazione che domenica si è fatta sorprendere dalla Sicula Leonzio. Sarà sempre 3-5-2 l'atteggiamento tattico sul quale punteranno i pugliesi, con Antonino tra i pali, Rota, De Franco e Mercadante a presidiare la difesa, mentre a centrocampo Giorno rappresenterà il perno, Carriero e Tuttisanti le due mezzali, Tazzer (a destra) e Donnarumma (a sinistra) i due esterni. In attacco Jefferson e Fella. I tre punti al Monopoli potrebbero servire per accorciare pesantemente le distanze sui "cugini" del Bari, quest'ultimi impegnati al Liberati contro una Ternana ormai fuori dai giochi della promozione diretta, ma ancora in corsa per un piazzamento playoff di rilievo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA