Nasce la versione maglianese del Monopoli, l'ideatore è il giovane Francesco Beccaccioli

Domenica 24 Gennaio 2021 di Sara Pandolfi
Nasce la versione maglianese del Monopoli, l'ideatore è il giovane Francesco Beccaccioli

RIETI - E’ in arrivo per la vendita la versione locale di uno dei più famosi giochi in scatola del mondo: “Maglianopoly”, la versione sabina del Monopoli. L’idea, che segue altre già nate in diverse parti d’Italia, è di Francesco Beccaccioli giovane studente del quinto anno del liceo scientifico di Magliano Sabina con la passione per la grafica e per il proprio paese tanto da far parte anche dell’associazione “Giovani per Magliano”.

Seguendo lo schema del gioco più famoso, Francesco  ha rinominato tutte le caselle in chiave locale con vie e frazioni maglianesi. Stessa sorte anche per le stazioni, Gallese, Orte, Borghetto e Collevecchio, e per i servizi tra i quali compare Aps, la locale caserma dei carabinieri e il parcheggio di via delle Fontanelle. Tra un “po esse” che rappresenta le probabilità e un “e mo?!” che sono gli imprevisti, i partecipanti al gioco da tavolo si sfideranno per guadagnare il maggior capitale espresso in “mazzafegate” la tipica salsiccia che vanta il marchio collettivo locale, soldi che ritraggono la cattedrale del paese.  

«Durante la quarantena  - racconta Francesco – ho aperto una pagina instagram chiamata “pozziarde_” , dove pubblico modi di dire, meme e pagine di dizionario dal maglianese all’inglese. La pagina ha avuto un buon successo e da lì ho maturato l’idea di poter fare qualcosa di simpatico per chi, come me, ama questo paese e ispirandomi ad altre esperienze già fatte ho realizzato il ‘Maglianopoly’».

Il gioco è già in produzione. La stampa è stata affidata alla tipografia Grafica Sabina, mentre casette e palazzi sono stati realizzati dalla Falegnameria Cifoletti, entrambe aziende artigiane di Magliano Sabina. Il costo si aggirerà sui 20 euro ed è già prenotabile attraverso i social scrivendo all’ideatore o dalla pagina instagram.

«Per ora abbiamo in previsione di produrre 60 pezzi – conclude il giovane -, ma abbiamo già 50 ordini. Mi farebbe piacere, qualora dovessero arrivare tante richieste, riuscire a fare qualcosa per Magliano Sabina con l’associazione di cui faccio parte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA