Il Marzio Marini di Magliano Sabina torna a nuova vita: da domani aprono 15 posti letto di Medicina e parte la chirurgia di bassa complessità

Il Marzio Marini di Magliano Sabina torna a nuova vita: da domani aprono 15 posti letto di Medicina e parte la chirurgia di bassa complessità
2 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Novembre 2020, 00:10

RIETI - Non tornerà ad essere il Marzio Marini di una volta. L’ospedale con le camere operatorie nuove e mai utilizzate che l’allora giunta regionale guidata da Renata Polverini chiuse, trasformandolo in casa della salute. Ma una parvenza di presidio sanitario, il Marini di Magliano Sabina tornerà ad averla. Da domani, nella struttura verranno attivati 15 posti letto di Medicina, riconvertiti da degenza infermieristica a ricovero ordinario e sarà avviata l’attività chirurgica di bassa complessità e l’attività chirurgica ambulatoriale.

Si tratta, per meglio spiegarci, di una riconversione di posti letto di degenza infermieristica in ricovero ordinario, un regime caratterizzato da più giornate di degenza che, associato alla chirurgia a media e bassa complessità con disponibilità di posti letto di ricovero diurno per pazienti chirurgici a supporto del de Lellis, garantirà una presa in carico di pazienti no Covid, gestiti all’interno del Reatino, così come l’Asl ha programmato da circa due anni con tutte le istituzioni locali.

Il sindaco Falcetta. Soddisfatto il sindaco di Magliano, Giulio Falcetta. «La riconversione dei posti letto e il rafforzamento della chirurgia - ha detto Falcetta - sono stati sempre gli obiettivi dei sindaci del comprensorio. La struttura di Magliano è e sarà importante per la Asl. La risposta che la “nostra” Asl ha messo in campo per rispondere alla pandemia è concreta e oggi, si amplia l’offerta per tutti quei pazienti no-Covid che aspettano risposte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA