Rieti, la Lupa saluta lo Scopigno
con un pareggio: 2-2 col Matera

Una fase del match tra Lupa e Matera
di Christian Diociaiuti
3 Minuti di Lettura
Sabato 30 Aprile 2016, 19:47 - Ultimo aggiornamento: 19:49

RIETI – La Lupa saluta lo Scopigno con un pareggio con il Matera. Finisce 2-2 grazie alle reti di Maiorano e Mastropietro, mentre un rigore di Infantino riapre la gara a metà ripresa e un’imbucata di Pagliarini fissa il risultato sul pareggio. Gara piena di emozioni e un legno per parte, ma sostanzialmente inutile per entrambe visto che i romani hanno già salutato i professionisti e il Matera è troppo lontano dalla post-season promozione o quella salvezza. Per la Lupa – retrocessa dopo l’1-0 di Catania – come detto, si è trattato dell’ultima gara casalinga della stagione: finirà a Lecce contro i giallorossi in cosa per i playoff. Per i romani, che hanno giocato il loro campionato tra le mura allo Scopigno, il futuro dei rapporti con la città che li ha visti padroni di casa è tutto da scrivere, così come i rapporti con il Football Club Rieti. Nel girone C, intanto, il Benevento festeggia la promozione in Serie B battendo la diretta concorrente Lecce in un Vigorito in festa: si tratta di una storica promozione tra i cadetti per la squadra campana, che in seconda serie nazionale non c’erano mai stati. Grande felicità per il reatino Pietro Mariani, storico capitano dei giallorossi oggi 54enne.


LA GARA

La Lupa utilizza il solito 5-3-2 con terminali offensivi Morbidelli e Mastropietro mentre i lucani rispondono con un 4-1-4-1 il cui giocatore più avanzato è Infantino. Gara subito viva, con gli ospiti che al 16’ colpiscono una traversa: è D’Angelo a prenderla, di testa, su un cross di Meola. Offensiva che si fa più accesa quattro minuti dopo, quando una punizione finisce fuori d’un soffio. Ma la Lupa è sveglia e nonostante in avvio batta pochissimi corner rispetto agli avversari, trova il gol proprio sugli sviluppi d’un angolo: la palla dopo una mischia rimane sulla linea e Maiorano ne approfitta per gonfiare il sacco, quando è il 21esimo. Non sazia, la squadra di Palazzi prende un palo al 37’ con Maiorano e chiude al 45’ in doppio vantaggio: assist di Rosato e Mastropietro batte Biscarini da sinistra colpendo anche il secondo palo. Nella ripresa il Matera riprende vigore e tra secondo e nono minuto costringe Secco, entrambe le volte su Iannini, a superarsi. Al 20’ rigore per il Matera: fallo in area di Aquaro su Infantino che realizza il penalty. La Lupa sbanda un attimo e sulla prima palla per il Matera dopo la rete, incassa una rete che però è segnata in offside (Carretta per Armellino) e viene annullata. A sette minuti dalla fine del tempo regolamentare il Matera trova il pareggio grazie a un’imbucata di Pagliarini che sfrutta il taglio della difesa e s’insinua per gonfiare il sacco grazie all’assist di Infantino. Termina 2-2.


IL TABELLINO

Lupa Castelli Romani (5-3-2) Secco, Rosato, Aquaro, Colantoni, Di Bella, De Gol; Maiorano (31’ st Kosovan), Prutsch (25’ st Scicchitano), Falasca; Mastropietro, Morbidelli (40’ st Rossetti). A disp: Coletta, Anderson, Carta, Proietti, Ricamato, Roberti, Flores, Tassi. All. Palazzi.

Matera: Biscarini; Meola, Ingrosso, De Franco, Tomi (1’ st Di Lorenzo); D’Angelo (19’ st Rolando); Paglierini, Armellino, Iannini, Casoli (1’ st Carretta); Infantino. A disp: Bifulco, Piccinni, Zaffagnini, Scognamillo, De Rose, Fortunato. All. Aprile (Padalino squalificato)

Arbitro: Catona Di Reggio Calabria.

Reti: 21’ st Maiorano, 45’ pt Mastropietro, 21’ st Infantino su rig., 38’ st Pagliarini

Note: espulso il tecnico Palazzi al 30’st per proteste; ammoniti Prutsch, Ingrosso, D’Angelo, De Gol; recupero 0’-4’; angoli 2-16; 29 spettatori paganti.


RISULTATI

Benevento-Lecce 3-0
Fidelis Andria-Cosenza 3-3
Foggia-Martina Franca 4-0
Ischia Isolaverde-Catanzaro 0-1
Lupa Castelli Romani-Matera 2-2
Melfi-Akragas 2-2
Messina-Casertana 1-1
Monopoli-Juve Stabia 4-0
Paganese-Catania 0-0


CLASSIFICA

Benevento 69

Foggia 62

Lecce e Casertana 60

Cosenza 57

Matera 52

Fidelis Andria e Messina 44

Paganese e Juve Stabia 42

Akragas 39

Monopoli e Catanzaro 38

Catania 36

Melfi 30

Ischia e Martina 21

Lupa Castelli 12

© RIPRODUZIONE RISERVATA