Rieti, Amatrice del ritrovato mister
Bucci fa 0-0 col Nomentum.
Tabellino, commenti e foto

Domenica 15 Dicembre 2019 di Marzio Mozzetti
Un momento della sfida (foto Cdm Servizi)

RIETI - L’Amatrice tra le mura casalinghe ferma sullo 0-0 il Nomentum, grazie anche alle parate miracolose di Santarelli. I rossoblù, che hanno visto in panchina il ritorno di mister Romeo Bucci, ottengono un punto che fa morale per la prossima partita contro il Guidonia, molto importante ai fini della lotta per la salvezza.
 

 

Prima frazione con gioco molto spezzettato e poche emozioni. È l'Amatrice a spingere di più nei primi minuti, tanto che al 10' un diagonale di Colangeli sul secondo palo esce di poco fuori. Al 24' la prima occasione del Nomentum che con un tiro di Morlacchetti impegna poco Santarelli. Lo stesso numero 10, al 28' calcia di esterno da fuori area e il pallone svirgolato colpisce l'incrocio tra palo e traversa, sicuramente l'occasione migliore del primo tempo per gli ospiti. A pochi minuti dalla fine della prima frazione, torna in cattedra l'Amatrice: al 38' e al 44' è sempre Pezzotti a seminare il panico nell'area del Nomentum con due tiri pericolosi ma non molto potenti.

Nella ripresa è il Nomentum a spingere sull’acceleratore: ma gli ospiti trovano sulla loro strada un Santarelli che si merita il titolo di migliore in campo. Al 5’ ci prova ancora Morlacchetti ma l’estremo difensore respinge sul tiro ravvicinato. Al 12’ ci prova Sacripanti, ma la reazione di Santarelli è felina e il numero uno salva ancora la porta dei suoi compagni. Alla fine del secondo tempo si rifà viva l’Amatrice con Pezzotti al 38’ che tira su una palla persa dagli ospiti, trovando pronto Silvi, mentre al 44’ è sempre Pezzotti a concludere poco fuori. Pochi secondi dopo, un’altra occasione d’oro capita sui piedi di Calabresi che devia un pallone in arrivo da destra, ma Santarelli ancora una volta lascia tutti di stucco per i suoi pronti riflessi e salva il pareggio. Il Nomentum gioca gli ultimi minuti in dieci proprio per l’espulsione dello stesso Calabresi.

I COMMENTI

Romeo Bucci, allenatore Amatrice: «Ė stata una partita molto dura, però siamo riusciti soffrendo a strappare questo punto d’oro. Siamo stati composti in difesa e siamo riusciti ad avere anche qualche occasione, contro una squadra molto forte che ricopre il terzo posto in classifica».

Paolo Malizia, allenatore Nomentum: «Sicuramente non è stata tra le nostre migliori partite di quest'anno. Abbiamo avuto occasioni decisive parate dal portiere dell'Amatrice. I padroni di casa hanno fatto un match molto duro e ci hanno impegnato, ma forse ai punti avremmo meritato noi la vittoria».

IL TABELLINO
Amatrice: Santarelli, Bucci, Cenfi, Brucchietti, Vitale, D’Amelia (25’ st Dolce), Pietrangeli S. (35’ st Recchia), Pezzotti, Colangeli, Medici (48’ st Pirozzi), Gianfelice (43’ st Santonastaso). A disp. Sacco, Pietrangeli T., D’Alfonsi, Polidori, Masci.
Nomentum: Silvi, Orlandi (35’ st Ferrara), Polidori, Palmieri, Petrocchi (20’ st De Dominicis G), Calabresi, Maresca, De Dominicis A. (27’ pt Castagnola), Sacripanti (48’ st Cupelli), Morlacchetti (20’ st Raffaelli), Ciaramelletti. A disp. Giordano, Gatto, Corradini, Simonetti.
Arbitro: Iustulin di Ciampino (Maccari - Rosati)
Note: espulso Calabresi (N); ammoniti Gianfelice S., Medici (A), Sacripante, Palmieri, Polidori (N).

Ultimo aggiornamento: 17:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Botte per buttare i sacchetti e le dispute rabbiose sul web

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma