Rieti, l'attaccante 2006 Marinaj da
Casali Poggio Nativo alla Lazio:
«Un sogno che diventa realtà»

Venerdì 12 Luglio 2019 di Matteo Di Mario
Kledi Marinaj con il responsabile del settore giovanile biancoceleste Mauro Bianchessi (foto Marinaj).
RIETI – «Un sogno diventato realtà». Così Kledi Marinaj, giovane attaccante del 2006, definisce il suo approdo alla Lazio dopo una stagione eccellente con la maglia del Casali Poggio Nativo U15. Il ragazzo, nato in Italia da genitori albanesi, farà parte del gruppo U14 della società biancoceleste, riuscita a strapparlo ad altre importanti squadre come Roma e Ternana.

Contro avversari di età superiore, Kledi ha concluso l’ultima annata realizzando 29 gol in 22 partite, dimostrando di essere un giocatore dalle ottime doti tecniche. Grazie anche alle sue reti, il Casali Poggio Nativo, guidato dal mister Andrea Colantoni, ha terminato il campionato Under 15 provinciale reatino in quarta posizione con 42 punti.

«Essere alla Lazio è per me un grande onore – confessa Kledi a Il Messaggero – e prometto che darò il massimo. Sono felicissimo e allo stesso tempo estremamente grato alla società Casali Poggio Nativo, al mister Colantoni e a tutti i compagni per gli stupendi momenti trascorsi insieme. La forza del nostro gruppo è stata l’amicizia, sommata ad un forte spirito di squadra e collaborazione».

«Kledi è un ragazzo in gamba – afferma poi il tecnico Colantoni – e merita questo traguardo. Sono orgoglioso di lui e gli auguro le migliori soddisfazioni».

Un innesto, dunque, di valore per la Lazio, desiderosa di rafforzare sempre più un settore giovanile già ricco di talenti da tenere d’occhio. Ultimo aggiornamento: 09:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Quelli che vogliono tutelare i piloni della Tangenziale

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma