Iscrizione col brivido per il Rieti: prima l'ok, poi parere negativo fuori termini. Schilirò: «Tutto risolto»

Venerdì 7 Agosto 2020 di Marco Ferroni
Schilirò e Curci allo Scopogno

RIETI - Quella che, all'apparenza, sembrava un'iscrizione ordinaria senza troppi problemi, in casa Rieti ha rischiato di trasformarsi in un problema non da poco. I motivi sono da ricercare nella mancata comunicazione tra la Co.Vi.So.C e la Co.Vi.So.D per il trasferimento di alcuni parametri relativi alla stagione 2019/'20 dall'organo di controllo della serie C a quello della serie D, che ha maturato un "parere negativo" fuori termini.

«Siamo dovuti intervenire in tempi celeri per evitare ulteriori problemi - ammette l'avvocato Antonio Schilirò - nonostante avessimo ricevuto un primo parere positivo sull'iscrizione al prossimo campionato nazionale di serie D. Il giorno seguente, infatti, ci è stata recapitata una lettera nella quale si specificava che la nostra iscrizione non era del tutto a posto perché la Co.vi.So.D. (che 24 ore prima aveva dato l'ok) non aveva ricevuto una serie di documentazioni dalla Co.Vi.So.C. Questo ci ha costretto a presentare un ricorso veloce attraverso il quale siamo riusciti a dimostrare che tutto fosse già in ordine nei termini previsti, cioè entro il 24 luglio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA