Il Rieti all'esame-Poggibonsi: tanti gli assenti. Boccolini: «I conti facciamoli più avanti»

Il Rieti all'esame-Poggibonsi: tanti gli assenti. Boccolini: «I conti facciamoli più avanti»
di Marco Ferroni
2 Minuti di Lettura
Sabato 6 Novembre 2021, 15:24

RIETI - Ancora una sfida da far tremare i polsi, per il Rieti di Alessandro Boccolini, che domani 7 novembre, alle 14,30 allo "Scopigno" affronterà il Poggibonsi capolista, nel più classico dei testa-coda di un girone E che vede gli amarantoceleste attualmente terz'ultimi in classifica.

Le assenze

I problemi non mancano, ovviamente, perché agli infortuni "storici" di Zona, Signate ed Esposito, si sommano quelli cronici di Palermo e Scibilia, oltre alle indisponibilità di Ricci ed Emanuele Menghi, che fiaccano ulteriormente una rosa già priva di Campagna e Scalon - ormai ai margini del progetto - e ridotta davvero all'osso. Sono già abili e arruolabili, invece, gli ultimi tre neoacquisti Pedone, Meo e Benhalima, ma il loro rendimento e soprattutto il loro apporto tecnico-tattico è ancora tutto da verificare. Boccolini si affiderà chiaramente alla cosiddetta vecchia guardia, uno zoccolo duro al quale chiedere uno sforzo ulteriore per non rischiare di scivolare ancora più in basso.

Il tecnico

«Il Poggibonsi - dice in conferenza stampa - è una squadra quadrata e pratica. Ai miei chiedo di pensare solo a noi stessi e cercare quel qualcosa in più che fino ad ora non abbiamo trovato. Non sono preoccupato della situazione, anche se la classifica dice il contrario: andiamo per step e facciamo i conti tra tre o quattro giornate quando anche il calendario forse, sarà meno ostico nei nostri confronti. Campagna e Scalon? Non hanno voluto o potuto accettare altre destinazioni, vedremo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA