Rieti, massaggiatore colpisce arbitro
con schiaffo al polpaccio, stop
fino al 7 giugno: giudice sportivo

Martedì 23 Aprile 2019 di Michel Saburri
RIETI - Queste le decisioni del giudice sportivo in merito ai recuperi di Prima, Seconda e Terza categoria.

PRIMA CATEGORIA
Quattro giornate a Riccardo Oddi (Grotti) “espulso per doppia ammonizione alla notifica del provvedimento disciplinare rivolgeva all'arbitro gravi offese e minacce. A fine gara, reiterava tale comportamento”, tre gare a Massimo Carmesini (Grotti) “espulso per doppia ammonizione, a fine gara. teneva nei confronti dell'arbitro comportamento gravemente offensivo e minaccioso”, un turno ad Alessandro Carmesini (Grotti).

SECONDA CATEGORIA
Per la gara Selci-Equicola non disputata per assenza degli ospiti visto che l’Equicola non ha fatto pervenire giustifazioni in merito il giudice sportivo ha inflitto agli ospiti la perdina della gare per 0-3, la penalizzazione di un punto in classifica e una multa di 100 euro. Un turno a Daniele Bucci (Poggio San Lorenzo).

TERZA CATEGORIA
Per la gara Rocca Valle del Turano-Gens Cantalupo i padroni di casa che si erano presentati in campo con dieci calciatori al 5’ del secondo tempo rimaneva in campo con un numero di gicoatori inferiore al minimo consetito per cui l’arbitro sospendeva l’incontro: per questo il giudice sportivo infligge a Rocca del Turano la sconfitta per 0-4 (miglior risultato acquisito sul campo).
Squalifica fino al 7 giugno a Carlo Valente (massaggiatore Fiamignano) “perché, a fine gara, contestava l'operato dell'arbitro e nel contempo gli rivolgeva frasi gravemente offensive. Mentre il direttore di gara si recava nel proprio spogliatoio dapprima gli impediva l'accesso allo stesso e , successivamente, lo colpiva con un violento schiaffo al polpaccio, provocandogli dolore”. Tre giornate ad Alberto Paone (Fiamignano) “espulso perchè, alla vista del cartellino giallo, batteva ironicamente le mani a pochi centimetri dal viso dell'arbitro;lo stesso, mentre ritardava l'uscita dal terreno di gioco, rivolgeva al direttore di gara espressioni gravemente offensive”, due turni ad Andrea Teofili (allenatore Alto Lazio) “Allontanato per proteste nei confronti dell'arbitro per avergli rivolto espressioni irriguardose”, una giornata a Angelo Morbidelli (Alto Lazio) “perchè, a fine gara, colpiva con uno schiaffo sul viso un avversario senza conseguenze”, Francesco Fiori (Fiamignano) “perchè, a fine gara, rivolgeva all'arbitro frase ironica”, Maurizio Sciarra (Poggio Moiano). © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma