Elezioni a Fara, Mazzeo dal ministro Spadafora con il progetto del Cures sport Village

Giovedì 17 Settembre 2020 di Raffaella Di Claudio
Mazzeo col ministro Vincenzo Spadafora

RIETI - Se il ministro allo Sport, Vincenzo Spadafora non va da Vincenzo Mazzeo, Vincenzo Mazzeo va dal ministro allo Sport. In mano la relazione che illustra il progetto del Cures sport village, centro sportivo che il candidato di FaraMerita intende realizzare a Fara Sabina, per dare nuova vita a quelli che, pure davanti al ministro pentastellato, non ha esitato a definire i “pianti” (per calcare sulla decadenza degli impianti) sportivi.
Spadafora sarebbe dovuto essere a Fara il 10 settembre, poi questioni personali gli hanno impedito di presenziare a tutti gli appunti fissati in provincia di Rieti quel giorno.

«Nel ministro Spadafora ho visto un grande interesse al nostro progetto e un’umanità che non conoscevo – commenta Mazzeo – Si è mostrato molto attento ai contenuti della nostra relazione che con il Cures sport village punta a riqualificare gli impianti e a frenare la dispersione sportiva. Una piaga per il nostro comune con associazioni, ragazzi e atleti costretti a rivolgersi ad altri comuni per praticare sport. Ha visto il progetto, ulteriormente migliorato, e ci ha spiegato che il bando promosso dall’ufficio per lo sport della presidenza del consiglio dei ministri relativo a “sport e periferie per l’individuazione degli interventi da finanziare nell’ambito del fondo sport e periferie” è stato prorogato fino al 30 ottobre. Ci ha detto di volare per non perdere l’occasione. Questo ci permetterà di compiere il primo step del progetto. In futuro ci saranno altri fondi, ma il primo obiettivo da centrare è questo bando. È una priorità. Ci siamo salutati con la disponibilità del ministro a restare in contatto con noi vista l’importanza e la strategicità del nostro comune di cui ha apprezzato le testimonianze sul lavoro delle nostre realtà sportive. Ci ha messo in contatto con la sua segreteria».

Insieme a Vincenzo Mazzeo, il ministro Spadafora ha ricevuto anche Alessio Talocci, 20enne che vive nell’omonima frazione farense, nato sportivamente sulla pista d’atletica di Passo Corese. Alessio oggi è campione italiano di Getto del Peso e Lancio del Disco agli Italiani Paralimpici della Fispes. L’atleta, che ha esordito con l’Asd FarAtletica, di cui è tesserato per il circuito Fidal, ha mostrato al ministro le medaglie vinte non più tardi di una settimana fa ai campionati di Jesolo nelle fila della Anthropos di Civitanova Marche. Una promessa dell’atletica inserito nelle liste di interesse nazionale della Fisdir e della Fispes.

© RIPRODUZIONE RISERVATA