La Zeus Rieti si rilancia
e vince a Scafati: 74-79
Il tabellino

La Zeus Rieti si rilancia e vince a Scafati: 74-79 Il tabellino
di Lorenzo Santilli
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Novembre 2019, 20:40 - Ultimo aggiornamento: 21 Novembre, 12:09

RIETI - Torna al successo la Zeus Npc, che batte la Givova Scafati per 74-79. Di certo la sfida del PalaMangano di stasera non rimarrà negli annali per la qualità espressa in campo, ma questo poco importa per una classifica che torna a sorridere e una vittoria che può fare solo bene per il morale del gruppo. È il solito Cannon, leader incontrastato di questa formazione, nuovamente in versione "contro tutti" e autore di 25 punti. L'ex Agrigento, è coadiuvato da un ottimo Passera, che a 37 anni può dire ancora la sua in partite come quelle di stasera. Domenica si torna in campo, al PalaSojourner arriva Torino, altra sfida dura, che Rossi e i suoi dopo il successo di stasera potranno preparare con più serenità.

IL TABELLINO
Givova Scafati: Frazier 18 (3/7, 0/4), Rossato 10 (2/4, 1/3), Tommasini 12 (5/5, 0/1), Stephens 15 (5/15 da 2), Contento 1 (0/2 da 3), Crow 3 (0/3 da 3), Ammannato 9 (2/3 da 2), Fall, Lupusor 6 (3/5, 0/1), Markovic n.e. All. Perdichizzi.
Zeus Npc Rieti: Brown 12 (2/6, 0/3), Vildera 7 (3/5 da 2), Cannon 25 (9/10, 1/1), Stefanelli 7 (2/5, 1/4), Passera 9 (0/4, 3/3), Pastore 6 (0/1, 2/5), Zucca 9 (2/3, 1/3), Fumagalli (0/4, 0/1), Filoni 4 (2/3 da 2), Nikolic. All. Rossi.
Arbitri: Foti (Mi), Maschio (Fi), Martellosio (Mi).
Note. Tiri da 3 Rieti 8/20, Scafati 1/14. Tiri liberi Rieti 15/20, Scafati 31/46. 5 falli: Stefanelli.

LA CRONACA
QUARTO QUARTO
40'- Abbandona il campo Stefanelli, è il suo quinto fallo, rientra Pastore, ma è l'asse Passera-Cannon che funziona alla grande. Segna anche Pastore, Rieti è avanti di 5 lunghezze, 69-74, quando mancano 1:26 al termine. Fallo su Zucca, che torna in lunetta e fa 1/2. 75-71 per Rieti, quando mancano 11'', Brown realizza i tiri liberi della tranquillità. Termina 74-79
36'- Bella idea di Brown, che porta la Npc sul +4, ma dall'altra parte sale in cattedra l'ex Tommasini, già in doppia cifra. Stefanelli commette fallo su Contento, la guardia campana fa 1/3, ma Stephens ribalta tutto e Rossi ferma immediatamente il gioco. Che giocata da parte di Cannon, allo scadere va a segno da 3, ma replica Tommasini, che trova il pareggio. 67- 67
33'- Canestro di Stefanelli, di una difficoltà estrema che rimette Rieti in corsa. Prende il ferro l'ex Biella, è ancora parità, ma ci pensa Zucca con un'azione bellissima a rimettere le mani avanti sul match. 1/2 di Vildera, siamo sul 56-59.

TERZO QUARTO
30': Zucca trova la parità, continua a mettersi a zona Rossi, Cannon va in lunetta e riporta avanti la Npc. Luposor prima penetra e allo scadere trova il canestro del sorpasso. 56-54.
27': Ancora Marco Passera, che ruba palla e segna con arresto e tiro da 3. Rieti però non sfrutta il tecnico fischiato alla panchina campana, Brown infatti sbaglia il libero del +5. Rossi mette la zona, Scafati attacca in transizione con Luposor che porta i suoi avanti, controsorpasso Npc con Cannon, a segno con un canestro d'esperienza. A segno Filoni ma Givova continua il giro in lunetta e la squadre restano sempre vicine nel punteggio. 52-50
23'- Riparte la ripresa, scarico di Stefanelli per Cannon che sbaglia da vicinissimo, ma si riscatto qualche secondo più tardi, avanti Rieti. Per Scafati arriva la tripla di Tommasini che porta i suoi avanti, replica Brown con una bella iniziativa. Inizia a segnare dalla lunga distanza Scafati, che dopo le basse percentuali della prima metà di gioco, ora sta trovando continuità dai 6.75. A tenere viva la Npc ci pensa Passera, con una tripla difficilissima, siamo sul 40-41.

SECONDO QUARTO
20'- Segna nuovamente dalla lunetta Scafati, la difesa reatina invece dorma in difesa e Ammannato ringrazia. La Zeus rimette le mani avanti con la tripla dell'ex Passera. Sale la Givova, Ammannato realizza il break che riporta i suoi sul meno 1, Rossi ferma il gioco. Filoni perde palla e manda Rossato in contropiede, il talento aquilano si riscatta con una bella entrata. Occasione ghiotta per Zucca, fermato fallosamente su tiro da tre, il lungo cagliaritano fa 1/3. Ammannato trova i liberi della parità, il primo tempo termina 34-34.
16’: Fallo in attacco di Stefanelli, che successivamente perde palla, si riscatta con la tripla del +5. Dentro anche Nikolic, in campo per il terzo fallo di Cannon. Bravo il serbo ha rubare un rimbalzo difficile, in attacco Rossato fa fallo su Brown, bravo a mettere i 3 liberi. 22-28
13’- Pastore apre il secondo quarto con la sua prima tripla della partita, ingenuo invece Fumagalli a spendere un fallo sicuramente inevitabile, che manda Crow in lunetta, 2/2 per il capitano dei campani. Bella entrata di Stefanelli di rovescio, si accendono gli attacchi, replica infatti Frazier. Gioco fermo per l’infortunio di Contento. Siamo sul 18-22.

PRIMO QUARTO
10’- Ancora Vildera, che supera senza troppi problemi la difesa della Givova, non irresistibile in questo avvio. Giro in lunetta di Frazier, 2/2 per lui, replica Cannon che sigla 4 punti di fila, Frazier chiude la frazione 12-14 per Rieti.
7’- Buona circolazione di palla da parte di Rieti, che torna a segnare con Brown e una magia di Cannon, bravo a mettere nella retina una palla vagante di Stefanelli. Per i padroni di casa replica Frazier, gioco da tre punti per l’ex, che sigla la parità. Primi cambi da parte di Rossi, che siede Stefanelli al suo posto debutta Filoni. Ancora brutti attacca, possessi gettati al vento da entrambi le parti. 7-8
3'- Al 3’: Si parte, dai e vai di Vildera, i primi punti del match sono del capitano. Non va la tripla di Stefanelli, doppio errore di Bown, si segna con il contagocce in questa prima fase. Siamo sul 1-2.

COSI' IN CAMPO
Givova Scafati: 00 Markovic, 1 Tommasini, 5 Crow, 9 Luposor, 10 Contento, 12 Ammannato, 18 Rossato, 20 Fall, 23 Stephens, 30 Frazier. All. Perdichizzi.
Zeus Npc Rieti: 1 Stefanelli, 2 Fumagalli, 3 Passera, 4 Brown, 5 Cannon, 8 Vildera, 16 Zucca, 17 Pastore, 23 Nikolic, 75 Filoni. All.Rossi.
Arbitri: Foti, Maschio e Martellosio

© RIPRODUZIONE RISERVATA