Rieti, Dionisi, un gol da cineteca che
non basta però per far esultare
il Frosinone: col Pordenone
è 2-2, ma che prodezza

Federico Dionisi dopo il gol al Pordenone (foto Lapresse)
di Marco Ferroni
1 Minuto di Lettura
Sabato 18 Gennaio 2020, 09:54

RIETI - Un gran gol di Federico Dionisi, il sesto della stagione, non basta al Frosinone per avere la meglio sul Pordenone nell'anticipo della prima giornata del girone di ritorno, giocata ieri al Benito Stirpe. E' finita col punteggio di 2-2, ma la prodezza dell'attaccante reatino dopo neanche due minuti di gara, resterà di sicuro impressa nella testa del calciatore che, con un destro preciso e potente, direttamente da calcio di punizione, ha piazzato la sfera sotto l'incrocio dei pali alla destra di Di Gregorio.

Quando il pallone ha accarezzato la rete, il cronometro segnava 1'30" e probabilmente qualche tifoso del Frosinone se lo sarà pure perso, vivendolo magari ascoltando il boato dello stadio mentre cercava di prendere posto. Ma come ha poi dichiarato il tecnico Alessandro Nesta al termine della gara "dopo il gol il Frosinone ha smesso di giocare ed abbiamo concesso troppo al Pordenone". Per la cronaca, la squadra di Tesser, prima ha trovato l'1-1 con Candellone al 29, poi in avvio di ripresa - era il 54' - è passato addirittura in vantaggio col guizzo di Pobega, ma al 61' si è dovuto piegare alla caparbietà di Camillo Ciano che dopo essersi fatto respingere un calcio di rigore, si è avventato sulla ribattuta di Di Gregorio segnando in scivolata il gol del definitivo 2-2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA