CORONAVIRUS

Coronavirus, la Questura interviene
sul ragazzo multato dalla Stradale
«Non esisteva nessuna emergenza»

Domenica 19 Aprile 2020

RIETI -  «Non c’era alcuna emergenza, non c’era nessuna urgenza, non c’erano elementi particolari che potevano far pensare che dovesse acquistare prodotti che avrebbe trovato soltanto a Rieti».

La Questura di Rieti interviene sul caso del giovane di Rocca Sinibalda, sanzionato dalla Stradale con una multa di 500 euro perché fermato lungo la Salaria, mentre si stava recando a Rieti per comprare dispositivi di protezione individuale e pellet per riscaldamento.

a Questura poi aggiunge: «Tra le altre cose, la mattina del giorno in cui il ragazzo è stato fermato e poi sanzionato (mercoledì pomeriggio, ndr) l’emporio di Rocca Sinibalda era stato fornito di mascherine, guanti e pellet e il giovane avrebbe potuto benissimo comprare i prodotti che gli servivano in quell’esercizio commerciale. Inoltre, prima di essere fermato, si era recato in una farmacia di Ornaro e li avrebbe potuto comprare i dispositivi di sicurezza che gli servivano». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA