Coppa, reatine a caccia dei 16esimi: spicca il derby del Tilesi. Le aspettative dei protagonisti dell'andata

Massimi, Pagliuca, Ciaccio, Sestili e De Paola
di Andrea Giannini
4 Minuti di Lettura
Sabato 24 Settembre 2022, 09:03

RIETI - Domani, alle 11, il fischio d’inizio sul ritorno dei 32esimi di Coppa Italia di Promozione. Cinque le reatine in campo, al termine dei 90’ i primi verdetti sulle qualificate ai 16esimi del torneo. Protagonista e apertissimo è sempre il derby fra Amatrice e Cantalice terminato, nella gara di andata, con la vittoria dei biancorossi per 2-1, basta l’1-0 per il passaggio dei rossoblù. Dopo l’1-1 del Poggio Mirteto in casa del Futbol Montesacro i mirtensi hanno ampie possibilità di passaggio del turno ma è necessaria la massima attenzione. Chances che si abbassano per la Bf Sport dopo il ko in casa per 2-1 con l’Athletic Soccer Accademy. Difficile se non impossibile il passaggio del turno per il Passo Corese dopo la sconfitta per 5-0 in casa dello Zena Montecelio. 

Le parole dei protagonisti delle gare d'andata 

Amatrice-Cantalice (ore 11, arbitro D’Urso di Roma 1)

Emanuele Pagliuca, Amatrice 

«Sarà una partita difficile, equilibrata e aperta fino all’ultimo. C’è il rimpianto del gol preso dopo il nostro vantaggio ma in settimana lo abbiamo analizzato tutti insieme e siamo convinti che non succederà più. Il presidente e il direttore hanno allestito una squadra competitiva, sono arrivati molti giocatori nuovi e con loro stiamo trovando il feeling giusto. Dovremo fare una partita migliore di quella dell’andata per passare il turno perché affrontiamo una squadra forte e organizzata ma sappiamo che abbiamo tutte le qualità per rimontare e raggiungere il nostro obiettivo. Siamo pronti fisicamente e mentalmente e credo che domenica si vedrà una squadra viva e con tanta voglia di vincere. Per quanto riguarda il fattore campo sicuramente ci darà una mano il fatto di conoscere a memoria il nostro campo e sono convinto anche che la gente del territorio verrà in grande numero al Tilesi a sostenerci». 

Marco Massimi, Cantalice 

«Abbiamo preparato molto bene la gara di domani, siamo motivati, vogliamo passare il turno. Conosciamo bene la forza dell’avversario ma non dobbiamo pensare al risultato dell’andata. Dobbiamo presentarci dando il nostro massimo, pensando solo alla gara con la voglia giusta pensando di fare gol e portare via il risultato. Non sarà facile ma metteremo in campo tutto». 

Poggio Mirteto-Futbol Montesacro (ore 11, arbitro Madonna di Civitavecchia)

Adriano Ciaccio, Poggio Mirteto 

«Non sarà una gara semplice, loro sono una squadra ben organizzata come abbiamo potuto vedere nella gara di andata anche se nel finale siamo usciti fuori, favoriti dall’espulsione del loro giocatore. È stata una settimana intensa, ci siamo allenati duramente, il nostro obiettivo è quello di riportare in campo quelle che sono le idee del mister. Vogliamo passare il turno. Il mio gol è stata una grande soddisfazione a livello personale, il primo gol con il Poggio Mirteto, peccato per il pareggio». 

Athletic Soccer Accademy- Bf Sport (ore 11, arbitro Nicotera di Aprilia)

Flavio Sestili, Bf Sport 

«Siamo molto dispiaciuti per il risultato dell'andata potevamo fare di meglio, ma ci aspetta ancora la partita di ritorno in cui niente é scontato, durante la settimana abbiamo lavorato  molto duramente per essere pronti alla partita e per poter ribaltare il risultato». 

Passo Corese-Zena Montecelio (ore 11, arbitro Della Valle di Roma 2)

Matteo de Paola, Passo Corese 

«Essendo una squadra nuova e soprattutto molto giovane, abbiamo bisogno del tempo sia per conoscerci meglio sia per entrare nella mentalità giusta per poter arrivare a inizio campionato nelle condizioni ottimali. La partita di domenica scorsa ha dimostrato quanto lavoro ci sia ancora da fare e, allo stesso tempo, ci ha fatto capire da quali errori dobbiamo ripartire per poter migliorare. In settimana ci siamo allenati molto bene, con un’intensità maggiore rispetto a quelle precedenti. La partita di domenica sarà una prova per capire se stiamo lavorando nella direzione giusta o meno. Sicuramente con un margine di goal così ampio non pretendiamo di giocare per passare il turno ma quanto meno cercheremo di uscire dai 90 minuti a testa alta, ma nel gioco del calcio mai dire mai».

© RIPRODUZIONE RISERVATA