Comunicazione e ascolto empatico: al via incontri rivolti a genitori e insegnanti per contrastare la povertà educativa

Comunicazione e ascolto empatico: al via incontri rivolti a genitori e insegnanti per contrastare la povertà educativa
di Daniela Melone
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 28 Settembre 2022, 21:40

RIETI - Il progetto “Ci vuole un villaggio. Una comunità in gioco per costruire futuro” è stato selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo che sostiene interventi finalizzati a contrastare la povertà educativa minorile. Vede insieme, capitanati dal gruppo di volontariato Il Samaritano onlus, una ricca rete di partner, pubblici e privati, impegnati a creare un modello di cultura condivisa, partecipata e co-progettata.

Il progetto prevede attività per bambini e ragazzi, ma anche per genitori ed educatori, come quella che ha preso il via oggi all’Auditorium Varrone, dove si sono ritrovati operatori ed insegnanti di asili nido e scuole materne. È promosso da Il Samaritano il ciclo di incontri formativi sull’educazione alla genitorialità, tenuti da Concetta De Filippis, psicologa e psicoterapeuta e Federica La Delfa, psicologa dello sviluppo e dell’educazione, che hanno trattato il tema della comunicazione efficace e dell’ascolto empatico.

La coordinatrice Antonella Liorni ha portato ai numerosi presenti i saluti di Simona Santoro, presidente del gruppo di lavoro del Samaritano, che a febbraio promuoverà un nuovo incontro, sempre rivolto agli insegnanti, sul tema della psicopatologia nella fascia 0 – 5 anni.

Saranno invece destinati ai genitori altri due momenti formativi. “Protagonisti saranno mamme e papà che a diversi livelli chiedono aiuto – ha sottolineato Concetta De Filippis – ma che poi non arrivano mai a quagliare una vera risposta di aiuto. Per loro ci saranno appuntamenti specifici sull’essere genitori e una attività clinica dedicata all’ascolto”.

Da novembre ad aprile sarà attivo uno sportello, tenuto dalle due professioniste, sia a Rieti che ad Amatrice.

Tutte le attività sono gratuite per i partecipanti, ma è necessario iscriversi scrivendo una mail a coordinamento@ilsamaritanorieti.it. Per informazioni si può contattare Antonella Liorni al numero 339 7845192.

© RIPRODUZIONE RISERVATA