Fara, Davide Basilicata durissimo si scaglia “contro i traditori” e si ricandida

Mercoledì 24 Giugno 2020 di Raffaella Di Claudio
il sindaco Davide Basilicata
RIETI - Arriva  poco dopo 19 il videomessaggio del sindaco di Fara Sabina Davide Basilicata, che appena riposta nella scrivania dell’ufficio, la fascia da sindaco, dalla sua pagina Facebook si rivolge direttamente ai cittadini, spiegando in 13 minuti le ragioni della caduta causato da "un gesto immotivato e irresponsabile".

Un Davide Basilicata inedito, che senza giri di parole, fornisce la sua versione sulla chiusura anticipata del suo mandato per mano dei sette consiglieri Cuneo, Corradini, Trambusti, Pinzari, Bertini, Fratini e Costantini ritenuti unici responsabili della disfatta.

A suo avviso architettata dai dissidenti unicamente per “perseguire fini personalistici, per ottenere visibilità in vista delle prossime elezioni e poltrone”. Le stesse che i sette hanno sempre negato ma che, attraverso un documento allegato al video, l’ex sindaco sostiene siano state richieste a fine febbraio quando i due gruppi Fara 3.0 e Fratelli d’Italia rivendicavano “per Mauro Pinzari, Paola Trambusti e Giacomo Corradini tutte le deleghe e il vicesindaco per Pinzari fatta eccezione di servizi sociali, sanità, politiche giovanili, nuove tecnologie e trasporti da affidare a Di Giovambattista”.

Un video durissimo in cui non fa sconti "ai traditori", elencando punto su punto "tutte le mancanze che ho sempre difeso assumendomi colpe e responsabilità spesso non mie".
Un messaggio nel quale, di fatto, Basilicata annuncia la sua ricandidatura anche se non da aspirante sindaco, visto i due mandati già svolti. © RIPRODUZIONE RISERVATA