La prevenzione del bullismo e del cyber bullismo: al convegno online anche anche l'Ic Forum Novum

La prevenzione del bullismo e del cyber bullismo: al convegno online anche anche l'Ic Forum Novum
di Samuele Annibaldi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Aprile 2021, 10:09

RIETI - La prevenzione del bullismo e del cyber bullismo - strategie e buone pratiche da intraprendere alla luce delle nuove linee di orientamento ministeriali. E’ questo il tema al centro di un convegno on line promosso da Arete rete di istituti del primo ciclo costituita nel 2019 tra neo dirigenti scolastici del Lazio, che, spiegano i promotori “dopo l’inizio della pandemia, hanno sentito l’esigenza di unirsi e condividere pratiche, metodologie, iniziative e riflessioni per ricordare a sé stesscosi e alle comunità scolastiche che, pur nella necessità di gestire l’emergenza sanitaria, la scuola resta un luogo di cultura, istruzione e formazione”.

Torri in Sabina

In provincia di Rieti ha aderito alla rete e contribuito a organizzare il convegno - fissato per oggi alle 16.30 da remoto - l’istituto comprensivo “Forum Novum” di Vescovio (Torri in Sabina), diretto da Valentina Bertazzoli e che abbraccia cinque Comuni: Torri in Sabina, Stimigliano, Forano, Tarano e Selci. Per iscriversi all’evento basta cliccare sul link https://attendee.gotowebinar.com/register/3380641328552424464 e seguire le istruzioni. Al convegno partecipano dirigenti e rappresentanti di 25 istituti comprensivi del Lazio, esponenti degli uffici scolastici provinciali di Roma, Rieti, Latina, Frosinone e Viterbo e i sindaci dei Comuni in cui si trovano gli Istituti promotori. Aprirà l’evento la senatrice Elena Ferrara.

ARETE è l’acronimo di A Round E-Table for Education: si tratta di una rete di Istituti del primo ciclo costituita nel 2019 tra neo Dirigenti Scolastici del Lazio, che, dopo l’inizio della pandemia, hanno sentito l’esigenza di unirsi e condividere pratiche, metodologie, iniziative e riflessioni per ricordare a sé stessi e alle comunità scolastiche che, pur nella necessità di gestire l’emergenza sanitaria, la scuola resta un luogo di cultura, istruzione e formazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA