L'asilo di Talocci sarà rimesso a nuovo con i fondi del Pnrr

L'asilo di Talocci
di Samuele Annibaldi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 22 Agosto 2022, 00:10

RIETI - l Comune di Fara in Sabina ha ottenuto un finanziamento di 1,5 milioni di euro per il progetto di rifacimento dell’ex asilo di Talocci, all’interno dei fondi del Pnrr. Il progetto fa parte del Piano scuole del Comune farense, realizzato come ricorda il sindaco Roberta Cuneo grazie a un lavoro sinergico tra gli assessorati ai Lavori pubblici, alla Scuola e allo Sport. «Siamo soddisfatti per questo importante finanziamento che rappresenta un altro obiettivo centrato - dice il sindaco - e ringrazio gli assessori Corradini, La Torre e Di Felice e gli uffici comunali per l’impegno. Le risorse messe a disposizione dal Pnrr, in particolare nel settore scolastico, rappresentano una grande opportunità. Noi abbiamo realizzato progetti per gli otto plessi scolastici del territorio comunale e ottenuto due finanziamenti, ora attendiamo con fiducia gli altri esiti. Il progetto appena finanziato riguarda l’ex scuola dell’Infanzia di Talocci». 
Si moltiplicano i commenti e le reazioni da parte delle forze politiche anche di opposizione.

L'opposizione. «Non possiamo che accogliere favorevolmente l’ottima notizia del finanziamento dei fondi destinati all’ex asilo – dice il segretario Pd Alessandro Spaziani - finalmente alla popolazione di Talocci verrà restituito un servizio fondamentale con la riqualificazione di un’area lasciata a sé stessa per più di un decennio e che rischiava di deteriorarsi irrimediabilmente. A gennaio avevamo auspicato che Fara non si lasciasse sfuggire l’occasione di partecipare a bandi e avvisi del Pnrr per la costruzione e messa in sicurezza delle scuole. Siamo orgogliosi del lavoro svolto a livello nazionale ed europeo dal nostro partito, il quale, diversamente da altri, si è sempre schierato a favore del Pnrr, strumento vitale per le amministrazioni locali».

«Come forza politica in consiglio – dice Daniela Simonetti de Il Ponte - esprimo soddisfazione per il risultato raggiunto. L’immobile era tra i beni messi in vendita dall’amministrazione Basilicata e il Ponte aveva sollecitato, con un ordine del giorno di 2 anni fa, di ripristinare alla sua funzione originaria dal momento che i fondi per le scuole, nel post pandemia, sarebbero stati stanziati in modo cospicuo. Ringrazio l’assessore ai lavori pubblici per aver dato fiducia a quella richiesta». «Ecco, noi oggi ringraziamo l’autorevole governo Draghi - dice Vincenzo Mazzeo di Faramerita - se Fara beneficerà di questo finanziamento». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA