AMAZON

Amazon, striscione delle Mascherine Tricolori a difesa dei diritti dei lavoratori

Sabato 12 Dicembre 2020 di Raffaella Di Claudio
Amazon, striscione delle Mascherine Tricolori a difesa dei diritti dei lavoratori

RIETI - Tornano a scagliarsi contro Amazon le Mascherine Tricolori, il movimento nato durante il lockdown per protestare contro le misure decise dal governo, da sempre ostile alla multinazionale.

Questa mattina nella rotatoria di Passo Corese, tra via XXIV Maggio e il sottopassaggio che conduce a via Garibaldi, è comparso uno striscione firmato dal movimento. “Amazon: Prime (come il celebre servizio della multinazionale, ndr) i diritti dei lavoratori”.

L'iniziativa delle Mascherine, probabilmente, prende spunto dall'attualità, visto che in questi giorni sono stati avviati dei tavoli di contrattatazione tra sindacati e azienda per discutere di premio di risultato, aumento dei buoni pasto da cinque a sette euro, aumento della maggiorazioni per turni notturno e domenicale, infine, revisione e aggiornamento dei livelli delle mansioni.

Il 12 novembre le Mascherine tricolori avevano organizzato una manifestazione pacifica sotto la sede del centro di distribuzione Amazon di Passo Corese contestando il colosso dell’e-commerce reo, a loro avviso, di aumentare gli incassi a scapito delle piccole e medie imprese. Le manifestazioni erano state replicate in tutti i siti Amazon italiani nella convinzione che «da una parte centinaia di migliaia di piccole e medie attività rischiano di chiudere per sempre a causa di lockdown, restrizioni e assenza di un vero sostegno da parte del governo, dall’altra le grandi multinazionali che sfruttano la crisi per raddoppiare il fatturato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA