Amatrice, invito dell'alberghiero
allo chef Carlo Cracco

Giovedì 19 Febbraio 2015
Lo chef Carlo Cracco
AMATRICE - Dopo le polemiche, invito ufficiale ad Amatrice. Nei giorni scorsa, doppia polemica tra il Reatino e lo chef Carlo Cracco. Prima, la sua indicazione dell'aglio in camicia nell'Amatriciana, quindi il consiglio della cipolla nella gricia, piatto originario di Grisciano, frazione di Accumoli. Nel primo caso, era intervenuto lo stesso sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi e poi, ironicamente, ma a sostegno, il presidente della Regione, Nicola Zingaretti: "Nella vera amatriciana non c'è l'aglio".



Ora è arrivato l'invito da parte di docenti dell'Alberghiero di Amatrice a visitare la struttura, un'eccellenza del territorio. E la polemica sarebbe definitivamente chiusa. © RIPRODUZIONE RISERVATA