Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Trattati di Roma, veglia di preghiera con Bagnasco per l'Europa minacciata dalla Brexit

Trattati di Roma, veglia di preghiera con Bagnasco per l'Europa minacciata dalla Brexit
di Franca Giansoldati
1 Minuto di Lettura
Martedì 21 Marzo 2017, 15:37
Città del Vaticano In attesa che tutti i leader europei arrivino a Roma per la commemorazione dei sessant’anni dei Trattati, la Chiesa ha organizzato due simboliche veglie di preghiera, la prima giovedì 23 alle ore 19, nella basilica di Santa Maria sopra Minerva, presieduta dal cardinale Angelo Bagnasco, presidente del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa e della Cei; l’altra venerdì 24 alle ore 19.30, nella basilica dei Santi Apostoli, dal cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio consiglio per la promozione dell'unità dei cristiani. Si pregherà per il futuro dell’Europa, perché il continente non si dissolva sotto il colpi della Brexit, perché prevalga sempre il dialogo, la collaborazione e l’unità tra i Paesi membri.

Scopo dell’iniziativa, spiegano gli organizzatori, è quello di testimoniare che comunione, riconciliazione e unità sono possibili tra i popoli del continente. «Lo dimostra il cammino compiuto dal dopoguerra ad oggi, con le molte realtà sorte a livello europeo, impensabili per secoli e apportatrici di pace, di visione di un destino comune e di prosperità».
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA