Il cardinale Dziwisz al funerale di Renato Buzzonetti, il medico di Wojtyla

Il dottor Buzzonetti e Papa Wojtyla
di Franca Giansoldati
2 Minuti di Lettura

CITTÀ DEL VATICANO Nella chiesa parrocchiale del Sacro Cuore, sul Lungotevere, a Prati, si è riunita ancora una volta la famiglia pontificia dei tempi di Giovanni Paolo II. Si trattava dell’ultimo saluto a Renato Buzzonetti, il medico che curò Wojtyla e lo assistette per 26 anni. Al funerale c’erano il cardinale Stasnislao Dziwisz, arrivato apposta dalla Polonia, le suore polacche, il vescovo Renato Boccardo, l’ex cerimoniere pontificio Marini, il maggiordomo Gugel, l’organizzatore dei viaggi papali Alberto Gasbarri, i cardinali Tomko, Rylko, il cerimoniere Kraiewsky. Tra le prime file c’erano anche i cardinali Harvey, Baldisseri e Sandri. A celebrare il rito funebre è stato monsignor Gaenswein, l’ex segretario di Papa Ratzinger, un altro illustre paziente di Buzzonetti. Alla fine della messa il cardinale Dziwisz ha salutato i presenti, ricordando il legame speciale che esisteva tra il medico scomparso sabato scorso all’età di 92 anni, e Wojtyla.
“E’ tornato alla casa del Padre dove ci sono tanti posti. Ha svolto la sua professionalità con esperienza e si è preso cura della salute del Papa che è stata diverse volte messa a repentaglio. Giovanni Paolo II apprezzava tanto il servizio di questo medico. Sono sicuro che il santo Giovanni Paolo II sarà andato incontro a Buzzonetti incontrandosi nuovamente nella Casa del Padre”.

Lunedì 23 Gennaio 2017, 21:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA