A San Pietro i barboni distribuiscono 40 mila crocifissi ai turisti, dono del Papa

di Franca Giansoldati
Città del Vaticano – Dopo la distribuzione in piazza san Pietro di 40 mila confezioni di «misericordina», il medicinale che fa bene al corpo e all'anima (come si leggeva sull'involucro contentente un rosario e una immaginetta sacra), dopo la distribuzione di 40 mila copie del Vangelo (in cambio di un atto di carità a piacere), oggi a mezzogiorno Papa Francesco farà distribuire a 300 senzatetto e migranti un piccolo crocefisso di metallo, che sarà accompagnato da un cartoncino che riporta in tre lingue una frase di Bergoglio: Nella Croce di Cristo c’è tutto l’amore di Dio, c’è la sua immensa misericordia.

Il regalo sarà donato al termine della preghiera mariana dell’Angelus, a tutti i  presenti in Piazza San Pietro. L'occasione è la Festa dell’Esaltazione della Santa Croce. Per i volontari che regaleranno ai turisti e ai fedeli il crocefisso al termine dell'Angelus riceveranno dal cardinale Corrado Kraiewski, ideatore dell'iniziativa, un tramezzino e una bevanda. 
Domenica 16 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 11:14

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-09-17 08:23:25
Perche' invece di distribuire 300 crocifissi non se ne prende UNO che sia UNO a casa sua, invece di predicare l'accoglienza a casa degli altri?
2018-09-16 18:12:38
A pensar ,male si fa peccato, secondo il 'divo Giulio' Andreotti, ma spero, per esperienza personale,( visto come si comporta il 'mendicante 'fisso' domenicale della basilica della disastrata periferia dove vivo) stavolta di non farlo questo peccatuccio. Leggendo infatti che alla consegna del crocefisso ci potrebbe essere :" (in cambio di un atto di carità a piacere), " da parte di chi lo riceve, che presumo sia in moneta 'sonante', che da parte dei 'barboni', specie quelli che bivaccano ( vivono, dormono mangiano e ....altro) OLTRE il colonnato di San Pietro (Vaticano) negli androni che stanno in Via della Conciliazione ( Italia) , ci sarà stato aggiunto sempre da parte loro anche un cartone di ottimo vino di bassa lega o un bel po' di lattine di scadente birra e magari una bella busta di patatine fritte, per completare il tramezzino e la 'bevanda' presumo analcoolica donati dalla munificenza di Bergoglio. Vabbè mi beccherò altri 200 anni di Purgatorio per aver commesso peccato in 'pensieri' come diceva il catechismo di una volta.
2018-09-16 15:41:32
Non vedo nulla di trascendentale in questo papa francesco. Fa solo ed unicamente marketing, uno stucchevole marketing, ma chi pensa di illudere? Eppoi basta con questa retorica dei barboni, troppi ne ho conosciuti e la realtà è tanto differente, da come viene dipinta dai preti e da tante buone anime caritatevoli. Con questi metodi alla papa francesco, non facciamo altro che attirane sempre di più, mentre i conti per assistenza e mantenimento, oltre il disagio, li paghiamo solo noi. E questo papa francesco lo sa benissimo. Che problema c'è ? Lui dentro la città del Vaticano, non li fa certo entrare per rimanere. Almeno lo facesse!
2018-09-16 15:14:49
Ci vuole ben altro che un insulso pseudo mercimonio di piccolo crocifissi per fermare il rapido declino della Chiesa sopratutto quando altre religioni,( quella islamica in primo luogo),stanno ATTIVAMENTE facendo di tutto per annientarla sterminandone i suoi appartenenti o costringendoli a fuggire dale loro terre per salvarsi.Se papa Francesco,che con la sua provenienza argentina dall'altra parte del mondo,non conoscendo nella loro VERA ESSENZA i mussulmani non sa che pesci pigliare a riguardo,vada a leggersi o rileggersi gli scritti di ORIANA FALLACI per aprire gli occhi e ne tragga le debite conclusioni prima che sia troppo tardi!
2018-09-16 15:12:50
Captatio benevolentiae
13
  • 46
QUICKMAP