Papa Francesco traccia la road map per i migranti: «Gli Stati li accolgano rispettando gli accordi»

di Franca Giansoldati
Città del Vaticano -  Il Vaticano non smetterà di fare pressing sugli Stati per favorire l'accoglienza dei migranti, per fare rispettare gli accordi sui rifugiati, per fare osservare, in buona sostanza, i principi della Dottrina Sociale della Chiesa che impongono ai cristiani di aprire le porte a chi bussa in stato di necessità. Lo ha ribadito Papa Francesco stamattina ai membri dell’International Catholic 
Migration Commission (ICMC), in occasione del Consiglio 
Plenario, che si conclude oggi a Roma. «Insieme dobbiamo incoraggiare gli Stati a concordare risposte piu' adeguate ed efficaci alle sfide poste dai fenomeni migratori; e possiamo farlo sulla base dei 
principi fondamentali della dottrina sociale della Chiesa».E ancora. «Dobbiamo impegnarci - 
ha scandito - per assicurare che alle parole codificate nei due 
Patti, seguano impegni concreti nel segno di una 
responsabilita’ globale e condivisa». 
Secondo Francesco, «per liberare gli oppressi, gli scartati 
e gli schiavi di oggi, e’ essenziale promuovere un dialogo aperto e sincero con i governanti, un dialogo che fa tesoro 
dell’esperienza vissuta, delle sofferenze e delle aspirazioni 
del popolo, per richiamare ciascuno alle proprie 
responsabilità».

Il tema è al centro delle preoccupazioni del pontefice. «I processi avviati dalla comunità' internazionale verso un patto globale sui rifugiati e un altro per una migrazione sicura, ordinata e regolare rappresentano 
uno spazio privilegiato per realizzare tale dialogo». 
Il Papa incoraggia i cristiani ad offrire contributi validi: «Mi rallegro che 
molte delle Conferenze episcopali qui rappresentate stanno 
camminando in questa direzione, in una comunione di intenti che 
testimonia al mondo intero la sollecitudine pastorale della 
Chiesa verso i nostri fratelli e sorelle migranti e rifugiati». 
Infatti, ha osservato, «le molteplici iniziative avviate 
nei cinque continenti rappresentano declinazioni esemplari dei 
4 verbi - accogliere, proteggere, promuovere e integrare - con 
i quali ho voluto esplicitare la risposta pastorale della 
Chiesa di fronte alle migrazioni contemporanee».

«Auspico - ha concluso - che quest’opera continui, animando 
le Chiese locali a prodigarsi per le persone che sono state 
costrette a lasciare la propria patria e che diventano troppo 
spesso vittime di inganni, violenze e abusi di ogni genere. 
Grazie all’esperienza inestimabile, accumulata in tanti anni di 
lavoro, la Commissione puo’ offrire un’assistenza qualificata 
alle Conferenze episcopali e alle Diocesi che stanno ancora 
cercando di organizzarsi per meglio rispondere a questa sfida 
epocale».


















 
Giovedì 8 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 09-03-2018 08:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2018-03-09 13:23:51
Si fa presto a dire gli Stati li accolgano rispettando gli accordi.Quali Stati? Non sicuramente l'Italia che ha accolto fino a scoppiare mentre il resto d'Europa se ne fregava bellamente. Lo Stato Vaticano che ha fatto? NULLA, tanto per esser chiari, tranne i soliti inconcludenti belati di qualche suo rappresentante. E papa Francesco ancora insiste! Mi pare che alcuni giorni orsono le elezioni abbiano detto qualcosa, oppure no? Elezioni svoltesi sul territorio dello stato Italiano. lo Stato Vaticano NON HA alcun diritto di impicciarsi di cose che non gli competono. E stia tranquillo papa Francesco, che se tutto va bene arriveranno a breve le vacche magre per i furbi che ci hanno invaso aiutati da qualcuno che ci ha fatto grossi affari con questo casino.
2018-03-09 07:53:52
Non lo sopporto piu', questo papa, che se ne esce un giorno si' e l'altro pure con questa lagna dei rifugiati.....Possibile che NESSUNO della stampa provi a replicare dicendo chiaro e tondo che essendo solo il capo di uno stato religioso non puo' dare direttive ai governanti, qualsiasi fossero? Di questo passo non manca molto che ritorniamo ai tempi del papa re, che dettava legge su ogni cosa....
2018-03-08 23:55:27
che atteggiamento ingiusto. chi non può migrare come lo si aiuta?
2018-03-08 19:40:03
Non vi bastano mai ! Non fate prima a trasferire il vaticano in Africa ?
2018-03-08 18:22:46
Meno male che c'e' un solo Papa al mondo.
23
  • 43
QUICKMAP