Il Papa si autocensura: parla di fondamentalismo evitando di pronunciare la parola Islam

Il Papa si autocensura: parla di fondamentalismo evitando di pronunciare la parola Islam
di Franca Giansoldati
Città del Vaticano - Francesco si autocensura. Il fondamentalismo che minaccia i cristiani in Medio Oriente è qualcosa di generico, non ha nome, non ha una matrice. A Bari - dove il Papa ha convocato un summit delle Chiese cristiane per parlare della situazione penosa in cui versano i cristiani della regione mediorientale, soffocati, stritolati, penalizzati e a rischio estinzione a causa dell'integralismo islamico che soffia impetuoso nel mondo musulmano - ha preferito evitare qualsiasi menzione diretta all'Islam. Il fondamentalismo di cui ha parlato nel suo toccante discorso è qualcosa di indefinito nei suoi contorni. Ecco il passo centrale della monizione introduttiva del raduno di preghiera.

«Sul Medio Oriente si è addensata, specialmente negli ultimi anni, una fitta coltre di tenebre: guerra, violenza e distruzione, occupazioni e forme di fondamentalismo, migrazioni forzate e abbandono, il tutto nel silenzio di tanti e con la complicità di molti. Il Medio Oriente è divenuto terra di gente che lascia la propria terra. E c’è il rischio che la presenza di nostri fratelli e sorelle nella fede sia cancellata, deturpando il volto stesso della regione, perché senza cristiani non sarebbe Medio Oriente».

Sul palco, sotto l'icona di Cristo, viene evocato a più riprese il dono della pace mentre alcuni giovani hanno consegnato ai patriarchi e ai vescovi presenti (copti, caldei, ortodossi, luterani, armeni), una ventina in tutto, una lampada accesa, simbolo di speranza. «Vogliamo dare voce a chi non ha voce, a chi può solo inghiottire lacrime, perché il Medio Oriente oggi piange, soffre e tace, mentre altri lo calpestano in cerca di potere e ricchezze». Ma sulle ragioni di tanto dolore meglio stare zitti. 







 
Sabato 7 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:18

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-07-08 19:11:58
Gesuiticamente 'gesuita' il papa gesuita, come al solito.
2018-07-08 00:04:59
Articolo incredibile: in M.O. la guerra, cioè morti, fame, malattia, disagi, la portano anche i fondamentalisti di altre Religioni, tra cui quella del denaro, del potere. Mi sembra sempre azzardato, per un laico, correggere un Pontefice. Paolo Diamante Roma
2018-07-07 13:30:37
è la sindrome di Stoccolma. Pensa ai tanti cristiani che vivono in Stati a prevalenza musulmana e non vuole alzare la tensione Molto più facile prendersela con il solito bersaglio dei ricchi cattivoni sfruttatori e insensibili da parte di questa ultima icona della sinistra mondiale
QUICKMAP