Il Papa ringrazia «chi ha reso possibile un Giubileo sicuro». Ma non cita la Raggi

Il Papa ringrazia «chi ha reso possibile un Giubileo sicuro». Ma non cita la Raggi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Novembre 2016, 12:35 - Ultimo aggiornamento: 29 Novembre, 11:54

«Avete tutti, in diversi modi, reso possibile che questo evento si celebrasse in maniera sicura, con grande afflusso di pellegrini e in modo da far emergere il profondo valore spirituale che il Giubileo rappresenta». Papa Francesco fa i suoi ringraziamenti ricevendo nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico in Vaticano gli organizzatori e i collaboratori del Giubileo straordinario della misericordia, in occasione della chiusura dell'Anno Santo. Ma in questi «tutti» non c'è spazio per il sindaco di Roma, così come già accaduto nel bilancio tracciato giorni fa da monsignor Rino Fisichella, coordinatore Vaticano per il Giubileo.

Il Papa ringrazia il governo italiano e in special modo il ministro dell'Interno, il capo della Polizia e il questore di Roma, la Gendarmeria Vaticana, il Governatorato e la Guardia Svizzera, la Regione Lazio e il prefetto di Roma, nonchè la Segreteria tecnica «che raccoglieva le diverse istanze amministrative tra cui -aggiunge il Papa a voce- il Comune di Roma», che non figura nel testo scritto. Infine, il Pontefice esprime il suo «profondo ringraziamento» al Pontificio Consiglio per l'Evangelizzazione «che ha portato il peso della programmazione e di tutta l'organizzazione giubilare», e in modo particolare a «l'instancabile monsignor Rino Fisichella per l'impegno prezioso realizzato durante questi mesi» e anche ai «numerosi volontari venuti da diverse parti del mondo e a quanti hanno collaborato, con il loro lavoro quotidiano spesso silenzioso e lontano dalle luci, a rendere questo Giubileo straordinario un vero evento di grazia».


LA PRECISAZIONE «All'udienza in Vaticano di Papa Francesco con gli organizzatori e i collaboratori del Giubileo straordinario della misericordia, era presente per il Campidoglio il capo di Gabinetto Virginia Proverbio». È quanto tiene a precisare la sala stampa vaticana, in riferimento al fatto che nei suoi ringraziamenti Papa Francesco non abbia espressamente citato anche il sindaco di Roma Capitale Virginia Raggi. Il Pontefice, rispetto al testo scritto, ringraziando la Segreteria tecnica presieduta dal prefetto di Roma Paola Basilone che «raccoglieva le diverse istanze amministrative» aveva poi aggiunto a voce «tra cui il Comune di Roma», dopo aver in precedenza ringraziato le varie istituzioni, dal governo al ministro dell'Interno, dalla Questura di Roma alla Regione Lazio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA