Sos da Betlemme, crollo dei battesimi e della presenza dei cristiani

di Franca Giansoldati
Città del Vaticano Sos da Betlemme. L'allarme sul crollo dei cristiani nella città dove è nato Gesù - dove i battezzati stanno diminuendo in maniera impressionante- arriva da una fonte autorevole, l'agenzia Fides del Vaticano che ha raccolto il grido disperato dei religiosi e di padre Rami Asakrieh, della Custodia francescana di Terrasanta, parroco a Betlemme della chiesa di Santa Caterina, presso il Santuario della Natività. «Il numero delle famiglie cattoliche si sta riducendo. Ora la nostra parrocchia ha solo 1.479 famiglie palestinesi. I cristiani costituiscono il 17% della popolazione cittadina, mentre in passato erano il 90%». Il calo è legato soprattutto all'esodo di giovani cristiani che emigrano in altri Paesi.

«Noi - riferisce il parroco francescano - proviamo a frenare l'emigrazione, cercando di fornire aiuto in molte situazioni di bisogno. Ma l'attuale situazione politico-economica della cittadina, circondata dagli insediamenti dei coloni israeliani, vede moltiplicarsi i casi di fedeli disoccupati, depressi e affogati nei debiti». A tutto questo si aggiunge anche la beffa. Il parroco denuncia che «molte organizzazioni chiedono risorse finanziarie sotto l'ombrello di Betlemme. Ma poi, nessuno dei nostri fedeli della parrocchia riceve un solo centesimo proveniente da queste organizzazioni».
Venerdì 6 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:49

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-07-13 10:42:10
Conosco la situazione di Betlemme e dintorni dove ho amici sia laici che religiosi. E' semplice: i Cristiani vengono impediti in qualsiasi loro attivitĂ  sia nel campo pubblico che privato in maniera non violenta ma pressante ed intensiva da parte delle AutoritĂ  palestinesi. La vita diventa impossibile per loro per mancanza di lavoro e per la preferenza che viene data specie nelle strutture pubbliche ai soli musulmani. La maggior parte delle giovani famiglie cristiane emigra in Canada. Qualcuno mi ha detto che era meglio quando stavano sotto la diretta occupazione israeliana , e questo significa molto.
QUICKMAP