Migranti, Galantino: «Non li prendo a casa mia perché ci deve pensare lo Stato»

Città del Vaticano -  A chi chiede a monsignor Nunzio Galantino, segretario della Cei, perché i migranti che arrivano in Italia non li prende a casa sua, risponde così: «Non li prendo a casa mia perché sarei un incosciente presuntuoso a pensare che il problema di ciascuna di queste persone lo possa risolvere io, in casa mia. Non li prendo a casa mia perché per queste persone serve altro e meglio di quello che so fare io, servono pratiche e organizzazioni che sappiano affrontare le necessità di salute, prosecuzione del viaggio, integrazione, lavoro, ricerca di soluzioni. Non li prendo a casa mia perché voglio fare cose più efficaci, voglio pagare le tasse e che le mie tasse siano usate per permettere che queste cose siano fatte bene e professionalmente dal mio Stato, e voglio anche aiutare e finanziare personalmente le strutture e associazioni che lo fanno e lo sanno fare».  Galantino ha parlato delle migrazioni durante la presentazione dell'ultimo numero di Limes, a Palazzo della Pigna, dedicato all'Italia. Il segretario della Cei ha ribadito che per un cristiano è impossibile voltarsi dall'altra parte.
Mercoledì 20 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 38 commenti presenti
2018-06-23 00:01:15
"servono pratiche e organizzazioni che sappiano affrontare le necessità di salute, prosecuzione del viaggio, integrazione, lavoro, ricerca di soluzioni" il Governo italiano non e' in grado di sopperire alle esigenze in quanto ha molti problemi all'interno, cioe' una buona fetta della popolazione non ha ancora un lavoro e vive sotto la soglia di poverta'. Come si puo' parlare delle cose degli altri quando non si e' in grado di risolvere le problematiche in casa propria? Se lo Stato solo deve gestire.....l'Italia e' la nostra casa, i problemi ci riguardano tutti insieme.
2018-06-22 22:35:43
Ogni cristiano potrebbe prendersi in casa un migrante se lo Stato pagasse 1000 euro al mese come fa con le cooperative ! Avremmo risolto non solo il problema dei migranti ma anche quelli di tanti anziani che abbisognano di assistenza, e sono milioni !
2018-06-22 20:43:24
gia`io lo chiedo lo stato:cioe¬īnoi, sul groppo ...che dritto sto ECLESIASTICO.
2018-06-22 20:16:06
"...sarei un incosciente e presuntuoso a pensare che il problema di queste persone lo possa risolvere io a casa mia" giustissimo e condivisibile, se non fosse per il fatto che la stessa incoscienza e presunzione si dimostra poi quando si sostiene che di fatto un solo paese (l'Italia) per la sua disgraziata posizione geografica si sta facendo carico di questo immane problema. Ma forse non è che li si voglia tenere caldi caldi a portata di mano. Concretezza e sano realismo ci vorrebbe, ma forse è chiedere troppo a chi vive proiettato nell'al di la, mentre i drammatici problemi sono purtroppo concreti, crudi e non rimandabili nel tempo.
2018-06-22 18:07:16
a galanti era meio se rimanevi a dormì
38
  • 10,9 mila
QUICKMAP