Medjugorje commissariata: arriva l'inviato di Papa Francesco

di Franca Giansoldati
CITTÀ DEL VATICANO - La «Madonna postina» la citazione è di Papa Francesco che dall'estate del 1981 appare ai sette veggenti di Medjugorje a ore prestabilite, come se fosse perennemente in onda una specie di palinsesto del soprannaturale, continua a essere fonte di enormi grattacapi per la Chiesa. In attesa di sciogliere il rebus delle apparizioni se sono da considerarsi miracolose, oppure se sono il frutto della fantasia dei veggenti - Papa Francesco ha deciso di procedere per gradi e, intanto, normalizzare il fenomeno dei pellegrinaggi cresciuto in modo esponenziale in questo tempo: si calcola (per difetto) che almeno un milione e mezzo di persone ogni anno si dirigano da tutto il mondo in questa cittadina della Bosnia Erzegovina che, negli anni Ottanta, era solo un paesino poverissimo.

Oggi è un centro vitale e pieno di hotel, attività immobiliari, ristoranti, ostelli, chiese, monasteri sorti attorno al grande santuario nel quale vengono celebrate messe a ripetizione, cresime, confessioni e comunioni. Queste ultime superano la cifra di due milioni l'anno, il che la dice lunga sull'importanza di Medjugorje per la vita della Chiesa.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 1 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 02-06-2018 10:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 243
QUICKMAP