Brasile, arrestati il vescovo, il suo vice e quattro preti: associazione per delinquere

Lunedì 19 Marzo 2018 di Franca Giansoldati
4
Città del Vaticano – Un brutto colpo per Papa Francesco. Le autorità brasiliane hanno arrestato in un colpo solo il vescovo della città di Formosa, in Brasile, monsignor Josè Rinaldo Ribeiro, assieme al vicario generale della diocesi, quattro sacerdoti e altrettanti laici che lavoravano nella curia. «Associazione per delinquere». Tutti accusati di rastrellare denaro dei fedeli e utilizzare i soldi che ottenevano dai parrocchiani per scopi che non erano certamente quelli legati alle operazioni caritative. L’operazione che la polizia ha portato a termine, dopo lunghe indagini, è stata chiamata «Caifa» ed è servita per «disarticolare una associazione di delinquenti».  L’importo ipotizzato, secondo gli inquirenti, si aggira attorno ai 600 mila dollari americani, provenienti da donazioni e collette. Durante la perquisizione nei locali della curia sono stati sottratti libri contabili e registri. Le indagini andavano avanti da tre anni. Ultimo aggiornamento: 20 Marzo, 18:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma