Elezioni Pomezia, il ribelle M5S Fucci resta fuori dal ballottaggio

Lunedì 11 Giugno 2018
2
Elezioni Pomezia, il ribelle M5S Fucci resta fuori dal ballottaggio
A Pomezia M5S tiene con Adriano Zuccalà mentre il 'ribelle' Fabio Fucci, sindaco uscente ex pentastellato, si avvia a rimanere fuori dal ballottaggio, bruciato dal candidato di centrodestra Pietro Matarese.

LEGGI ANCHE Elezioni, risultati amministrative 2018 Comune per Comune

Quando lo spoglio è a 48 sezioni su 49, il quadro nella città sul litorale romano sembra nettamente definito: Fucci, eletto con i pentastellati e oggi in campo con una lista civica dopo il 'no' alla deroga alla regola del terzo mandato, non sarà il 'Pizzarotti laziale', e non arriverà al secondo turno.

Primo, nettamente sopra il 28%, è Zuccalà, che corre con i colori 'ufficiali' del M5s, ma secondo è Pietro Matarese, sostenuto dal centrodestra unitario (Lega, FI, FdI e altri) sopra il 25,50%. Fucci, con 'Essere Pomezià, è due punti sotto. Il centrosinistra di Stefano Mengozzi concluderà la corsa sotto il 20%.

Buono il dato ottenuto dall'Udc a Pomezia che con il quasi 4% si attesta come terza forza del centro destra.  L'Udc nel Lazio sfiora il 10 per cento a Cisterna e raggiunge quasi il 7% a Formia assicurandosi la terza posizione del Centrodestra. Mentre ragguardevole e’ il risultato raggiunto nella città di Anzio con il 5.5%. Diversi  inoltre gli eletti nelle Liste dei comuni al di sotto dei 15000 abitanti. 
«Siamo profondamente orgogliosi dei risultati conseguiti nella nostra regione che confermano una sostanziale presenza sul territorio del nostro partito», ha commentato il segretario regionale Udc del Lazio, il senatore Antonio Saccone Ultimo aggiornamento: 17:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA