M5S, virata tattica a sinistra per conquistare il Sud

di Diodato Pirone
ROMA La sera del 27 novembre scorso, agli albori della campagna elettorale, il leader M5S Luigi Di Maio spuntava dagli schermi del Tg1 con la seguente dichiarazione: «Berlusconi mi attacca ma io non gli rispondo. Mio padre votava Forza Italia perché aspettava la rivoluzione liberale, quella dell'abbassamento delle tasse e della sburocratizzazione. In 20 anni Berlusconi non è stato capace. La faremo noi questa rivoluzione, porteremo avanti quel disegno che lui voleva portare avanti per le imprese». Da allora,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 8 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP