Lega, Borghi: «Salvini non ha escluso un governo Centrodestra-M5S»

Lega, Borghi: «Salvini non ha escluso un governo Centrodestra-M5S»
2 Minuti di Lettura
Martedì 6 Marzo 2018, 18:33

Il responsabile economico della Lega, Claudio Borghi, apre alla possibilità di un Governo composto dal Centrodestra e dal Movimento Cinque Stelle, che avrebbe una «maggioranza schiacciante e che potrebbe trovare più che un tema di convergenza» come l'abolizione del Pareggio di bilancio. Lo dice il neo-eletto deputato leghista a Byoblu, il videoblog di Claudio Messora, ex responsabile comunicazione del M5s dove precisa: «Attenzione, Salvini ha escluso un governo Lega-M5s. Ma centrodestra-M5s sarebbe tutta un'altra storia».

«Io spero che all'interno del centrodestra, premesso che non sarebbe leale andarsene da un'alleanza che ha la maggioranza relativa, ci dovrebbe essere un'apertura per tentare di andare a vedere se c'è un minimo comune denominatore con il M5s. Questo significherebbe abbandonare qualcosa del programma ma di punti comuni ce ne sarebbero tanti: uno fra tutti quello di togliere dalla Costituzione il pareggio di bilancio. Per noi è implicito nel programma di centrodestra, anche se non è scritto tanto è evidente» afferma Borghi che continua: «Un pò di lavoro comune ci può essere. Certo, se prevalgono le tattiche di partito allora tutti vorranno tornare a votare domani per qualche punto percentuale in più. Ma se invece si provasse a pensare che si vota tra 5 anni allora un tavolo globale lo farei: d'altra parte andiamo in un posto che si chiama Parlamento». E all'osservazione che Salvini avrebbe negato la convergenza Borghi precisa: «Salvini ha escluso un governo Lega-M5s. Ma centrodestra-M5s sarebbe tutta un'altra storia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA