Vaccini obbligatori, anche la Francia si prepara a seguire l'esempio dell'Italia

Il neo ministro francese alla Salute, Agnes Buzyn, intende portare a 11 i vaccini obligatori per i bambini. Lo annuncia lo stesso ministro in un'intervista rilasciata al quotidiano Le Parisien. E Buzyn,55 anni,  specialista in ematologia, elogia al riguardo quanto fatto dall'Italia in tal senso. «Non è tollerabile che ci siano dei bambini che ne muoiono», ha detto, precisando che dal 2008 i decessi sono stati 10. Abbiamo lo stesso problema - ha continuato - con la meningite. Non è sopportabile che un adolescente di 15 anni possa morire perché non è vaccinato. Stiamo pensando di rendere obbligatori tutti gli 11 vaccini per un tempo limitato, che potrebbe essere 5-10 anni. L'Italia lo ha fatto la settimana scorsa». 

La notizia è stata subito rilanciata anche su Twitter dal nostro ministro alla Salute, Beatrice Lorenzin ed è stata anche poi commentata dal segretario del Pd, Matteo Renzi.

Con l'obbligo di vaccinazione per i bambini fino a sei anni «l'Italia va nella giusta direzione», lo ha detto all'Ansa il commissario Ue alla salute Vytenis Adriukaitis. Il «declino delle vaccinazioni non solo è pericoloso per la salute pubblica - ha osservato il commissario - ma è una minaccia per tutta l'umanità perché può aprire la porta al ritorno di malattie infettive che fino a pochi anni fa erano state fermate». Il commissario ha fatto riferimento a patologie come il morbillo, che l'Europa prevedeva di debellare nel 2015, ma che invece continua a colpire. E, in alcuni paesi dell'Ue, a uccidere. «È possibile nell'Europa del XXI secolo dover contare i morti per morbillo? Eppure dobbiamo farlo, in Romania dall'anno scorso sono stati 29». In Italia il dibattito è sulla scelta individuale. «Quella è per gli adulti - ha rilevato Andriukaitis - ma per i bambini gli Stati sono obbligati a intervenire quando si tratta di misure per la salute, come prevede anche la Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia, sottoscritta da tutti i paesi membri dell'Ue». In una fase in cui «disinformazione e allarmismo creano paure infondate, vanno prese tutte le misure per aumentare la consapevolezza ma soprattutto il numero dei bambini vaccinati e l'Italia - ha concluso Andriukaitis - sta andando nella giusta direzione».
Venerdì 16 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 17-06-2017 16:37

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2017-06-19 07:59:57
E se la Francia non seguisse l'esempio dell'Italia? Noi dovremmo eliminarli? Credo questa eventualità molto più probabile.
2017-06-17 18:15:24
Fenomenale!!! dal 2008 al 2017 ci sono stati ben 10 decessi. Per carità, massimo rispetto per gli sfortunati, ma, come mai fa così tanto scalpore una tal notizia mentre poco o nulla si parla circa le migliaia di decessi che avvengono ogni anno a causa della droga? Quanti ragazzi e ragazze muoino in Europa a causa dell'eroina o di altre porcherie? Eppure i vari governi non mi danno l'impressione di essere così solerti nel cercare di rimediare al problema. Anzi, addirittura incoscientemente la liberalizzano pure la droga! Ma come fanno ad essere così ipocriti e a non vergognarsi? Qualcuno nel frattempo spinge l'affare vaccini per riempirsi le tasche... non è poi così difficile capirlo, no?
2017-06-17 17:55:12
Aò, vogliono proprio gonfià er portafoglio eh?
2017-06-17 14:21:31
osteopatia,omopatia e...muoiono i bambini! il bimbo non vaccinato e' a rischio! per il resto e'puro medioevo e caccia alle streghe!
2017-06-17 13:11:30
L'unica cosa obbligatoria che si riscontra, è l'obbligo delle case farmaceutiche di fare guadagni, tutto il resto è retorica politica e fuffa di cui la politica si ammanta.
19
  • 94
QUICKMAP