Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vitalizi, il vescovo di Acerra accusa: «Intanto i giovani vanno all'estero»

Vitalizi, il vescovo di Acerra accusa: «Intanto i giovani vanno all'estero»
1 Minuto di Lettura
Lunedì 14 Agosto 2017, 15:53 - Ultimo aggiornamento: 17 Agosto, 00:21
«Stiamo assistendo impotenti a un omicidio di una intera generazione di giovani che se ne va all'estero». Così il vescovo di Acerra, Antonio Di Donna, oggi nell'omelia nella Basilica di Santa Maria a Pugliano a Ercolano (Napoli), ha tuonato contro le disparità economiche tra quanti godono di benefici economici e chi è costretto a lasciare il Paese per trovare una sorte migliore.

«Come è possibile sperare in questa economia disumana che uccide? - ha detto il sacerdote -. Mentre ci sono ancora pensioni d'oro e vitalizi che non si vogliono lasciare, e la gente ha fame e i giovani sono costantemente espulsi dal mondo del lavoro?». «Le città si stanno spopolando 'lentamente ma inesorabilmentè - ha aggiunto - e se i giovani se ne stanno andando è per colpa di noi adulti, di una generazione miope che sta uccidendo i suoi figli migliori».
© RIPRODUZIONE RISERVATA