Caso Giochi a Torino, M5S sfida Grillo e vota no. L'ira della Appendino

di Lorenzo De Cicco
C'erano una volta i diktat del capo e l'esecuzione spicciola dei proseliti. Sotto la Mole, stavolta, va in scena un altro film. Beppe Grillo tifa per il ribaltone sulle Olimpiadi, si espone in prima persona, sconfessa il tabù dei grandi eventi che polverizzò il sogno di Roma 2024, e poi? Le sue truppe al Comune sabaudo e in Regione Piemonte procedono in ordine sparso - chi diserta l'aula, chi vota contro, chi si astiene - il blocco un tempo granitico degli eletti si sfarina in rivoli e correnti come un partito...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 14 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 08:24

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 88
QUICKMAP