MATTEO SALVINI

Salvini: «Per clandestini pacchia finita, via le Ong. Bello ripristinare il servizio militare»

Sabato 2 Giugno 2018
146
Salvini: «Per clandestini pacchia finita, via le Ong. Bello ripristinare il servizio militare»

«Per i clandestini è finita la pacchia, devono fare le valigie, con calma, ma se ne devono andare». Lo ha detto il ministro dell'interno, Matteo Salvini, a Vicenza, appoggiando in piazza il candidato sindaco Francesco Rucco. «Ora c'è poco da applaudire la bandiera d'Europa, lo farò quando l'Italia tornerà protagonista, ora applaudo gli alpini, i nostri soldati». «Sulle Ong stiamo lavorando e ho le mie idee: quello che è certo è che gli Stati devono tornare a fare gli Stati e nessun vice scafista deve attraccare nei porti italiani». 

LEGGI ANCHE Gay, Salvini: «Idee di Fontana non sono nel contratto»
LEGGI ANCHE Quota 100, cosa significa? La proposta di Di Maio sulle pensioni

Più tardi parlando a Treviso ha aggiunto: «Per la prima volta oggi ho partecipato alla festa del 2 giugno e ho visto sfilare il meglio dei nostri ragazzi fra le forze militari. Penso a quanto sarebbe bello reintrodurre il servizio militare e il servizio civile per reinsegnare la convivenza civile».
 


E sulla famiglia dice: «Io personalmente ritengo che il nostro Paese debba ancora avere alcuni principi, come che la mamma si chiama mamma e il papà si chiama papà e il bambino viene al mondo se li ha e viene adottato se ci sono un papà e una mamma. L'amico Fontana ha detto oggi una cosa che mi sembra normale, ma sono cose fuori dal contratto di governo e non perderemo tempo su questo». «Gli unici che devono aver voce in capitolo su cura, educazione - ha aggiunto - devono essere solo il papà e la mamma».

E sull'autonomia in Lombardia e in Veneto: «Dipende tutto da Fontana e Zaia, tuttavia posso testimoniare con grande felicità che tante altre regioni del centro e del sud stanno chiedendo lo stesso: spendere meglio i propri soldi».

E sulla coalizione con Berlusconi: «Spero nel proseguo dell'attività di governo di arrivare ad inserire pezzi del programma del centrodestra, in tal senso mi piacerebbe dimostrare con i fatti anche a Berlusconi della bontà di questo governo e convincerlo lungo il percorso. Ad ogni modo lo dico in maniera chiara: il centrodestra che governa Regioni e Comuni unito, c'era, c'è e ci sarà».

 

Ultimo aggiornamento: 3 Giugno, 13:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani